Lawrence ha assunto personale di sicurezza dopo il parto

Parlando con Kylie Jenner per la rivista Interview nel 2023, Jennifer Lawrence ha raccontato di aver assunto personale di sicurezza dopo il parto

jennifer lawrence
Credits: Getty Images/Saira Macleod/WWD/ROBERT KAMAU
Condividi l'articolo

Parla Jennifer Lawrence

Seguiteci sempre anche su LaScimmiaPensa e iscrivetevi al nostro canale WhatsApp!

Jennifer Lawrence nel 2022 ha accolto, insieme al marito Cooke Maroney il primo figlio di nome Cy. Sebbene l’attrice di Don’t Look Up abbia sempre mantenuto la sua vita da mamma estremamente riservata, e sia lei che suo marito abbiano tenuto nascosta l’identità del loro bambino, l’anno scorso ha parlato apertamente di aver rafforzato la sua sicurezza dopo aver dato alla luce il piccolo Cy.

Parlando con Kylie Jenner per la rivista Interview nel 2023 infatti, ha rivelato come i suoi sentimenti nei confronti della sicurezza siano cambiati da quando è diventata mamma.

Non avevo molta sicurezza prima di avere un figlio, ma quando ne ho avuto uno, con i miei pensieri invadenti e la mia ansia , ho voluto che ci fosse sempre qualcuno che mi proteggesse – ha detto Jennifer Lawrence

Inizialmente l’attrice voleva che la sua squadra di sicurezza fosse “invisibile” al figlio, ma ha cambiato rapidamente idea.

LEGGI ANCHE:  Fidanzata In Affitto, Lawrence parla della scena di Nudo

Una volta che iniziano a lavorare per te, beh diventano persone della nostra vita. Ci stanno aiutando. Non è una buona lezione ignorare la persona che ci sta aiutando. Probabilmente è meglio dire: “Dì buongiorno a Sean. Ciao. Come stai?”

L’attrice ha aggiunto:

Li abbiamo incorporati di più nelle nostre vite, il che mi ha sorpreso. Non era così che l’avevo pianificato.

Rispetto a molte altre celebrità, Jennifer Lawrence mantiene gran parte della sua vita privata estremamente segreta. L’attrice ha ammesso di aver avuto paura di condividere il suo bambino con il mondo in un’intervista a Vanity Fair durante la sua gravidanza nel 2021.

Se fossi a una cena e qualcuno dicesse: “Oh, mio ​​Dio, aspetti un bambino”, non direi: “Dio, non posso parlarne. Vattene via da me, psicotico!” Ma ogni istinto del mio corpo vorrebbe proteggere la loro privacy per il resto della sua vita, per quanto possibile.

La trentatreenne ha continuato spiegando che non vuole che nessuno si senta automaticamente “benvenuto nell’esistenza [di suo figlio]”, e ha detto che questo inizia con il “non includerli” nella parte pubblica del suo lavoro.

LEGGI ANCHE:  Jennifer Lawrence e Amy Schumer alla manifestazione pro aborto [FOTO]

Che ne pensate?