Mia Khalifa ironica sulla sua presunta morte: “Sono ancora viva” [FOTO]

Su Twitter Mia Khalifa ha risposto alle voci di una sua presunta dipartita citando niente meno che Monty Python e il Sacro Graal

Mia
Mia Khalifa nel trailer della seconda stagione di Ramy (frame da YouTube)
Condividi l'articolo

Negli ultimi giorni il web è andato in tumulto a seguito della presunta morte di Mia Khalifa. Il profilo Facebook dell’ex porno attrice infatti era diventato commemorativo, cosa che era bastata per mandare nel panico i milioni di ammiratori dell’ex star di PornHub (qui tutti i dettagli). Tuttavia il tutto si è risolto in un errore informatico. La Khalifa infatti sta benissimo, come testimoniato dallo scatto postato su Twitter tratto direttamente da Monty Python e il Sacro Graal, leggendario film del 1975 diretto da Terry Gilliam e Terry Jones.

Questa è gia la seconda volta che la giovane ex star del cinema per adulti è stata data per morta. Nel 2020, aveva infatti risposto ad una bufala sulla sua dipartita incontrata su Twitter.

Il tweet diceva: “Molto scioccante……. Mia khalifa si suicida. RIP #miakhalifa” a cui aveva risposto: “Per favore, non pensare che non tenga traccia di ciascuno dei miei amici che non hanno inviato ancora fiori di condoglianze”.

Tuttavia la Khalifa aveva rischiato la vita, in situazione decisamente meno divertenti, a seguito di un video hard nel quale si era esibiti in  atti sessuali indossano un hijab, indumento tradizionale delle donne islamiche. Questo evento traumatico contribuì a farle prendere la decisione di abbandondare il porno.

LEGGI ANCHE:  Mia Khalifa esordisce in una Serie non Porno: il Trailer di Ramy [VIDEO]

Non so dov’ero [subito dopo lo scandalo] – aveva raccontato. Avevo iniziato a dissociarmi e fare finta che quelle cose non fossero successe fino al punto da non parlare di pornografia per i tre anni successivi. Mi ero semplicemente zittita e non ne parlavo mai. Non posso semplicemente infilare le cose sotto il tappeto e sperare che vadano via, non funziona così. Devi affrontarle a testa alta e parlarne. La sensazione è quella di “Non voglio parlare perché non voglio portare attenzione alla cosa”, ma ho bisogno di parlarne. Ho bisogno di spiegarmi come mai tutti continuano ad interpretare male l’intera faccenda, è quel comma 22 del non volerla ri-tirare fuori ma di doverlo fare perché è l’elefante nella stanza dovunque vai

Lieti di testimoniare dunque che la Khalifa sia ancora in vita.

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.