Bardem uscì da una torta vestito da bond girl per il compleanno di Craig

Javier Bardem e Daniel Craig hanno parlato di quando lo spagnolo uscì dalla torta di compleanno del secondo vestito da Bond GIrl

Condividi l'articolo

Nel 2012 Javier Bardem e Daniel Craig strinsero una duratura amicizia sul set di Skyfall, terzo film nel quale l’attore britannico ha vestito i panni di James Bondo. I due si sono incontrati recentemente per Variety. Per l’occasione hanno raccontato uno spassoso aneddoto avvenuto durante il compleanno di Craig di qualche anno addietro. I due attori sono nati a un giorno di distanza e dunque decisero di festeggiare insieme. Bardem dunque ebbe l’idea di uscire da una torta vestito da Bond Girl cantando Tanti auguri a te all’amico in stile Marilyn Monroe.

Ricordo che eri travestito- ha detto Craig

Mentre uscivo da una torta -ha aggiunto Bardem. Dovevo essere la Bond girl quella notte, e oh mio Dio, lo ero.

Recentemente Bardem ha preso parte a Being the Ricardos di Aaron Sorkin, film nel quale ha dovuto ballare, cantare e suonare nei panni di Desi Arnaz. Nella loro chiacchierata, Daniel Craig ha rivelato che non avesse idea che l’amico spagnolo avesse queste spiccate doni canore.

LEGGI ANCHE:  James Bond 25: scelto il sostituto di Danny Boyle

Beh, non sono un musicista, a parte uscire dalle torte di compleanno vestita come una Bond girl – ha risposto la star di Mother! Ho cantato ‘Happy Birthday to You’ facendo la mia migliore imitazione di Marilyn Monroe. Quando la squadra di Being the Ricardos mi ha detto di cantare, ho pensato: “Ne siete sicuri? Siete sicuri di volermi sentire cantare?’ E poi ci ho provato

In un altro momento dell’intervista Bardem ha elogiato Craig per la sua brillante presentazione del “Saturday Night Live” poco prima della pandemia. Il britannico ha incoraggiato l’amico a provare a presentare in futuro, aggiungendo: “Saresti incredibile”

Le tue doti comiche sono così brillanti – ha detto Bardem a Craig. Non so come sei riuscito a farlo in un modo così rilassato. Perché per me, la prima cosa che si blocca quando sono nervoso, è il senso dell’umorismo

Beh, quello sarà stato sicuramente un complenano che Daniel Craig non dimenticherà facilmente.