The Batman, il produttore: “Ho detto a Nolan che proveremo a batterlo”

Parlando con Empire, il produttore di The Batman Dylan Clark ha rivelato di aver apertamente sfidato la Trilogia di Nolan

the batman
Condividi l'articolo

The Batman, prossima iterazione dell’Uomo Pipistrello interpretato da Robert Pattinson, è sicuramente uno dei film più attesi del prossimo futuro (qui il trailer). Ovviamente sarà immediato il paragone con la Trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Cristopher Nolan, l’ultima apparizione di Batman in film a lui dedicati. Parlando con Empire, il produttore Dylan Clark, ha spiegato di aver parlato direttamente con il grande regista britannico, sfidandolo apertamente.

L’ho detto direttamente a Chris Nolan: “Guarda, stiamo cercando di essere il miglior Batman mai realizzato e proveremo a batterti”.

Lo stesso regista Matt Reeves ha inoltre parlato del suo personaggio, spiegando che sarà come il suo The Batman sarà molto diverso dal primo capitolo della Trilogia di Nolan, Begins.

Non è ‘Batman Begins’ di nuovo. Abbiamo visto molte grandi storie su Bruce Wayne che assiste all’omicidio dei suoi genitori e poi cerca di trovare un modo per far fronte a ciò perfezionandosi in Batman. Volevo fare una storia in cui ha già attraversato le origini e non sa esattamente come essere Batman. È una storia dell’anno due e volevo che le persone si connettessero a lui. Non solo come Bruce, ma come Batman

Nella stessa intervista il cineasta ha inoltre spiegato che il suo protagonista è stato ispirato da Kurt Cobain.

LEGGI ANCHE:  The Batman, le prime reazioni sul film: "È un horror, Paul Dano è un pazzo"

Quando scrivo, ascolto musica e mentre stavo scrivendo il primo atto, ho messo su ‘Something In The Way’ dei Nirvana – ha spiegato Reeves . È stato allora che mi è venuto in mente che, piuttosto che rendere Bruce Wayne la versione da playboy che abbiamo visto in passato, c’è un’altra versione di lui. Una persona che ha attraversato una grande tragedia ed è diventata una reclusa. Così ho iniziato a fare questo collegamento con Last Days [film del 2005] di Gus Van Sant ed ho avuto l’idea di questa versione romanzata di Kurt Cobain in questa sorta di maniero in rovina

Cosa ne pensate?