Pacific Rim 2: Del Toro svela la trama del suo sequel mai fatto

Parlando con The Wrap, Guillermo Del Toro ha svelato la trama mai realizzata del suo Pacific Rim 2. Cosa ne pensate?

Condividi l'articolo

Che la saga di Pacific Rim abbia preso una strada decisamente poco interessante dopo l’avvicendamento tra il regista del primo film, Guillermo Del Toro (qui la classifica di tutti i film) e quello del secondo Steven S. DeKnight, è cosa abbastanza risaputa. Tuttavia dopo che leggerete la trama che il cineasta messicano aveva in mente per un sequel mai realizzato ne sarete assolutamente convinti. Parlado con The Wrap, il premio Oscar per La Forma dell’Acqua ha infatti svelato uno script davvero interessante, fatto di viaggi nel tempo e paradossi spazio-temporali.

Il cattivo sarebbe stato questo tecnico che aveva inventato praticamente una sorta di Internet 2.0. E poi si sono resi conto che tutti i suoi brevetti gli erano arrivati ​​così dal nulla. E così, a poco a poco, hanno iniziato a mettere insieme queste informazioni e hanno detto: “Oh, li ha presi dai precursori”. Le persone che controllano i kaiju. E poi hanno scoperto che i precursori siamo noi migliaia di anni nel futuro. Stanno cercando di terraformare, cercando di raccogliere nuovamente la terra per sopravvivere. Oh. E che indossavamo tute eso-bio che sembravano aliene, ma non lo erano. Eravamo dentro. Ed è stato un paradosso davvero interessante

In questo momento Del Toro è impegnato in 2 progetti. Il primo, Nightmare Alley arriverà nei cinema il prossimo 17 dicembre e vedrà un cast stellare formato tra gli altri da Bradley Cooper, Cate Blanchett e Rooney Mara (qui il trailer). Il secondo invece è un film di animazione dedicato a Pinocchio. Il cineasta messicano ha recentemente parlato di questo film spiegando come sarà la sua versione del celebre burattino di Carlo Collodi.

LEGGI ANCHE:  Nightmare Alley, Del Toro: "Oggi è più difficile fare film per adulti"

È un film molto, molto personale per me. Per me Pinocchio e Frankenstein sono due facce della stessa medaglia, perchè alla fine sono la stessa storia. L’idea di un Pinocchio che parli di cose che considero molto profonde ma che sia allo stesso tempo un musical molto divertente, la trovo davvero incredibilmente commovente. 

Ovviamente, nell’animazione, puoi vedere il film negli storyboard e poi aggiungere lo stop-motion. In questo momento, siamo al 50% di scene animate e al 50% negli storyboard. Ogni volta che guardo il film piango come un bambino. È tanto personale quanto diventa commovente. È diverso da qualsiasi versione della storia che abbiate mai mai visto. È completamente diverso. Sovverte le basi morali della favola originale, ovvero che per essere un vero ragazzo devi cambiare. Diventerai carne e sangue. Si tratta di diventare un vero ragazzo agendo… comportandosi come un vero essere umano, punto.

Cosa ne pensate di questa versione alternativa di Pacific Rim 2? L’avreste preferita?