Maneskin: i 10 momenti migliori del 2021 [VIDEO]

Maneskin
Credits: Melox / YouTube
Condividi l'articolo

Il 2021 è stato ufficialmente l’anno dei Maneskin: ripercorriamo i momenti salienti della loro ascesa

Inutile negarlo: il 2021 è stato davvero l’anno dei Maneskin. Il quartetto romano è attivo sulle scene dal 2017 ma solo in quest’annata per loro è arrivato il grande salto di qualità. Un salto molto alto, che li ha portati dalla vittoria al Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest fino ai vertici delle classifiche mondiali e alla fama internazionale.

Damiano, Victoria, Thomas e Ethan sono al momento quattro tra i musicisti più famosi e celebrati al mondo; e sono italiani, è bene non dimenticarlo mai. Con il loro rock aggressivo e impaziente, i quattro hanno conquistato un pubblico enorme e anche il favore di parecchi colleghi musicisti, da Miley Cyrus a una leggenda come Iggy Pop.

Mentre il 2021 si conclude, per loro le prospettive future si delineano quantomeno rosee. L’uscita dell’ultimo singolo, MAMMAMIA, li vede più che mai proiettati verso la re-invenzione di un rock per certi versi tradizionale, ma che in Italia non ha mai davvero trovato posto. Che cosa riserverà loro il futuro? Lo sapremo a tempo debito. Nel frattempo, rivediamoci i momenti più belli del loro passato.

LEGGI ANCHE:  Maneskin: Zitti e Buoni canzone italiana più streammata di sempre

1. La vittoria al Festival di Sanremo 2021

Una serata concitatissima, quella della finale di Sanremo 2021, che ha visto i Maneskin trionfare all’ultimo e contro ogni previsione. Un reale e concreto segnale di cambiamento, visto da molti come tale anche e soprattutto perché giunto in conclusione di un Festival coraggiosamente portato a casa da Amadeus e Fiorello a discapito di critiche e criticità del momento storico. Una vittoria memorabile.

2. La vittoria all’Eurovision Song Contest

Dopo Sanremo, come sappiamo, per i quattro la strada è stata tutta in discesa. Un paio di mesi e si sono ritrovati a competere al sempre eccentrico ma nondimeno prestigioso Eurovision Song Contest. Una vittoria schiacciante ed inaspettata, la prima per l’Italia dal 1990, coronata dalle ridicole accuse su uso di droga mosse contro Damiano (e prontamente smentite).

3. I Wanna Be Your Slave feat. Iggy Pop

Il 6 agosto i Maneskin hanno visto la prima grande consacrazione presso la comunità rock più tradizionale (e tradizionalista) grazie alla pubblicazione di un duetto con sua maestà Iggy Pop, una delle icone del genere fin dagli anni ’60. Considerando anche che una delle più famose canzoni degli Stooges si chiamava I Wanna Be Your Dog e trattava di temi simili, la collaborazione non poteva essere più adatta.

LEGGI ANCHE:  Faso: "Viva i Maneksin, l'autotune è un Doping musicale"

4. Il successo di Beggin’

Più di ogni altro singolo, è con la loro cover di Beggin’ che i Maneskin hanno sfondato nel mercato musicale più impenetrabile, ma anche quello che di sicuro porta al successo: quello degli Stati Uniti. Toccando una corda particolare della tradizione musicale americana, i quattro hanno presto conquistato il continente, giungendo ad un successo senza precedenti.

Continua a pagina 2

1
2
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.