Ridley Scott: “The Last Duel flop a causa dei Millennials”

Parlando al podcast WTF di Marc Maron, Ridley Scott ha dato la colpa del flop di The Last Duel ai Millennials

the last duel, ridley scott
Condividi l'articolo

The Last Duel, ultimo lavoro di Ridley Scott, è stata una cocente delusione al botteghino. Il film con protagonisti Adam Driver e Matt Damon ha infatti raggranellato solo 27,5 milioni a fronte dei 100 stanziati per la produzione. Il cineasta britannico, ospite del podcast WTF di Marc Maron, ha dato la colpa di questo insuccesso ai Millennials. Per chi non lo sapesse, con questo termine si intende le persone nate tra il 1981 e il 1996.

Quello che abbiamo oggi è un pubblico cresciuto su questi fottuti cellulari – dice il regista. I millennials che non vogliono mai che gli venga insegnato nulla a meno che non venga detto sul cellulare. Si tratta di una generalizzazione, ma penso che sia una situazione che stiamo affrontando proprio ora con Facebook. Abbiamo intrapreso una direzione sbagliata quando abbiamo dato dato troppa fiducia a questa generazione, credo

Nonostante il flop al botteghino, tuttavia, Ridley Scott è contento sel suo The Last Duel.

Ho imparato molto presto a essere il mio primo critico – ha detto. L’unica cosa su cui dovresti davvero avere un’opinione è quello che hai appena fatto. Vattene. Assicurati di essere felice. E non voltarti indietro.

Il regista britannico avrà sicuramente modo di rifarsi. Il prossimo 16 dicembre infatti arriverà nelle sale House of Gucci (qui il trailer), film tratto dal romanzo The House of Gucci: A Sensational Story of Murder, Madness, Glamour, and Greed di Sarah Gay Forden. Il prossimo anno invece inizierà la produzione di Kitbag, film biografico dedicato alla vita di Napoleone Bonaparte che sarà interpretato da niente meno che Joaquin Phoenix.

LEGGI ANCHE:  Leonardo DiCaprio: "Roma è la mia città preferita in assoluto"

Inoltre negli utlimi giorni Scott ha anche annunciato la messa in produzione delle serie TV dedicata a Blade Runner ed Alien (qui i dettagli). Insomma, tempo e modo di rifarsi da questo flop ne ha in abbondanza!

Che ne pensate di queste dichiarazioni?