10 libri da leggere se hai amato Squid Game [LISTA]

Ecco una lista di dieci storie che potranno farvi compagnia dopo aver finito la visione di Squid Game

Squid Game
Condividi l'articolo

Ora che Squid Game è ufficialmente la serie che ha mai fatto il suo miglior debutto su Netflix, la serie coreana ha allargato ancora di più il suo pubblico (leggi qui la nostra recensione).

Dopo avervi consigliato i film e le serie TV da vedere per cercare di curare il vuoto lasciato dal binge watching della serie, ecco una lista di dieci romanzi che potrebbero piacervi se avete amato la storia di questi giochi infantili trasformati in incubi.

Le 10 storie da leggere se avete amato Squid Game

Battle Royale, Koushun Takami

Naturalmente il primo libro da recuperare – qualora non lo abbiate già letto – è Battle Royale, dal quale è stato tratto anche un film che, a sua volta, vi invitiamo a guardare.

Battle Royale è la storia di un gruppo di studenti giapponesi che vengono estratti per partecipare a una sorta di esperimento sociale messo in atto per combattere la criminalità giovanile.

I ragazzi vengono infatti portati in un luogo segreto e vengono spinti a combattere l’uno contro l’altro, fino a uccidersi e lasciarne in vita uno solo.

Hunger Games, Suzanne Collins

Legato a Battle Royale c’è Hunger Games, il libro di Suzanne Collins che molto spesso è stato accusato di essersi ispirato un po’ troppo all’opera di Koushun Takami.

LEGGI ANCHE:  Squid Game: perchè i giocatori sono vestiti di verde e le guardie di rosso

La storia è quella di un paese, Panem, diviso in Distretti, che ogni anno organizza i giochi della fame, gli Hunger Games, in cui due partecipanti di ogni distretto si sfidano per rimanere in vita davanti a un pubblico che segue gli omicidi come fosse un reality.

L’uomo in fuga, Stephen King

Pubblicato sotto lo pseudonimo di Richard Bachman nel 1982, L’uomo in fuga è ambientato in un futuro ormai non così lontano. È il 2025 e c’è un divario classista molto esteso, tra i più ricchi e i più poveri.

In questo mondo ogni persona è costretta ad avere in casa una televisione che per tutto il tempo non trasmette altro che giochi: ed è a uno di questi giochi che decide di partecipare Ben Richards, per evitare alla moglie di continuare a prostituirsi e a sua figlia, gravemente malata, di avere le cure di cui ha bisogno.

Il gioco per cui l’uomo viene scelto è l’Uomo in fuga, in cui un uomo viene braccato da una banda di mercenari e da qualsiasi persona per le strade che lo riconosca. Ben guadagnerebbe 100 dollari per ogni ora in cui rimane vivo, 500 per ogni mercenario ucciso e se dopo 30 giorni riesce a sopravvivere potrà avere un miliardo di dollari.

LEGGI ANCHE:  Squid Game, la spiegazione del finale della serie coreana

Uno Squid Game per scrittori? Cavie, Chuck Palahniuk

Se si cercasse di descrivere quest’opera di Chuck Palahniuk si potrebbe dire che ci si trova davanti a una sorta di Hunger Games per scrittori.

I protagonisti della vicenda, infatti, sono tutti aspiranti scrittori che rispondono a un annuncio pubblicato sul giornale in cui li si invita a un ritiro per artisti, lontani dal mondo, dove potranno vivere un vero e proprio ritiro per scrittori.

Peccato che le cose non stanno esattamente così e ben presto tutti i “partecipanti” si troveranno a dover usare la propria arte per sopravvivere.

La lunga marcia, Stephen King

Stephen King torna una seconda volta in questa lista con La lunga marcia.

La trama di questo romanzo è molto semplice: alcuni volontari accettano di coprire a piedi la distanza che va dai confini col Canada fino a Boston, senza nessuna sosta.

Una pausa, una sosta, un malore, una caduta… ognuna di queste eventualità significa morte. Ma per coloro che resistono fino al traguardo c’è un Premio, qualcosa in grado di cambiare la vita di chiunque.

Una lunga marcia implacabile, accompagnata dalle grida inferocite di “fan” posti ai lati del tragitto.