Squid Game: come vengono scelte le guardie? Ecco alcune teorie

Sul web si stanno moltiplicando le teorie per capire il metodo di reclutamento delle guardie di Squid Game. Ecco le più interessanti

Squid game
Condividi l'articolo

Squid Game, la serie Netflix del momento, sta appassionando milioni di persone in tutto il mondo. Tuttavia la trama ha lasciato aperti alcuni elementi senza darne spiegazione, cosa che sta portando i fan a cercare risposte ad ogni costo. Una delle questioni più interessanti ancora irrisolte, riguarda le guardie che gestiscono i vari giochi che i concorrenti affrontano nelle varie puntate. Chi sono? Come vengono scelte? Su internet si sono sviluppate diverse, interessanti teorie.

Per alcuni la risposta la troviamo nel primo episodio. All’inizio della serie, il protagonista Seong Gi-Hun viene avvicinato da un losco uomo d’affari in una stazione della metropolitana con due cartoncini colorati, uno rosso e uno blu. Questi gli chiede di giocare una partita di ddakji insieme, prima di invitarlo formalmente a diventare un concorrente nel gioco. Dunque questo sarebbe il momento cruciale: se si sceglie il cartellino blu si diventa uno dei giocatori. Se si sceglie quello rosso si diventa invece una guardia. Tuttavia questa teoria, espressa su TikTok, è stata già confutata. È stato fatto notare infatti che, sempre nel primo episodio, vediamo un ragazzo scegliere il quadrato rosso e divenire comunque un giocatore.

LEGGI ANCHE:  Squid Game, i bambini emulano i giochi: "Schiaffi a chi perde"

Un’altra delle teorie più popolari è quella che vede divenire guardie giocatori presenti nel primo round del gioco ma che hanno scelto di non continuare e ora lavorano come guardie. Dopo che la maggior parte dei giocatori vota contro la continuazione del gioco e torna nel mondo esterno, 187 di 201 di loro torna per competere. Il frontman dice inoltre esplicitamente di tenere d’occhio coloro che non sono tornati.

Dunque in molti pensano che coloro che non sono tornati come giocatori siano stati invitati a lavorare come personale per ripagare il loro debito. Questo sarebbe inoltre un modo per impedire di divulgare ciò che stava accadendo all’interno dell’isola misteriosa.

Un’altra teoria che circola sul web vorrebbe che le guardie siano tutti ex vincitori che hanno speso tutto il premio in denaro e, ritrovandosi indebitati, abbiano finito per unirsi di nuovo al gioco per fare soldi.

Voi cosa ne pensate? Qual è secondo voi la teoria più plausibile? Vi è piaciuta Squid Game?Diteci la vostra, come sempre, nei commenti.

LEGGI ANCHE:  Squid Game: il cast affronta la sfida dei biscotti Dalgona [VIDEO]
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.