Blade II: 10 curiosità che non conoscevate sul film di Guillermo Del Toro

Abbiamo raccolto dieci delle curiosità più divertenti e bizzarre riguardanti Blade II, film di Guillermo Del Toro con Wesley Snipes

blade 2
Condividi l'articolo

Blade II, secondo capitolo della saga sul vampiro diurno Marvel con protagonista Wesley Snipes, arrivò nelle sale nel 2002. Alla regia Stephen Norrington venne sostituito dal promettente cineasta messicano Guillermo Del Toro, fresco de La Spina del Diavolo. Il film risultò un grande successo al botteghino, incassando oltre 150 milioni di dollari, a fronte dei 50 spesi per la realizzazione. Inoltre venne ben accolto da critica e pubblico. Su Rotten Tomatoes infatti, ancora oggi, l’indice di gradibilità è del 57% per quanto riguarda la critica e del 68% per quanto riguarda i fan. Questo risultato permise a Del Toro di essere scritturato per un futuro progetto su un altro celeberrimo personaggio dei fumetti: Hellboy.

Nell’attesa di vedere il nuovo reboot con protagonista Mahershala Ali Abbiamo deciso oggi di parlarvi di 10 aneddoti curiosi riguardanti il film che lo hanno reso, a dire di moltissimi addetti ai lavori, il migliore della Trilogia.

10 Curiosità su Blade II

1) L’immancabile riferimento a Dracula

Una delle primissime missioni che Blade deve affrontare insieme ai nuovi alleati vampiri, uniti nel cosiddetto Emobranco , alla caccia alle nuove creature che stanno infettando il mondo, i Mietitori, si svolge in un club dei vampiri, l’House of Pain. In una scena, poco prima di entrare nel locale, è possibile vedere un grande segno rosso al neon può sulla cima di un edificio che dice, a caratteri cubitali, “Radoo”. 

Questo è un riferimento alla storia di Vlad III di Valacchia, meglio noto come l’Impalatore. Si tratta di un tremendo sovrano vissuto nel XV secolo su cui si basa in gran parte la leggenda di Dracula. Egli infatti aveva un fratello chiamato Radu. Questo nome è anche spesso associato ai film di vampiri in quanto è profondamente radicato nella storia del Principe delle Tenebre.

2) Il mancato cameo di Michael Jackson

Credits: Wikipedia/ Constru-centro

Michael Jackson, il re del pop, avrebbe dovuto fare una rapida comparsata in questo film. Precisamente nella scena che si svolge nella House of Pain. Il cantante di Thriller avrebbe dovuto infatti interpretare il vampiro che Nyssa incontra mentre indaga nella sala al piano superiore del locale. 

Jackson tuttavia dovette cancellare l’impegno a causa di conflitti di programmazione e la parte fu asseganta ad un attore ceco. La sequenza fu infine tagliata completamente in fase di montaggio per motivi di ritmo. Avrebbe avuto la stessa sorte se ci fosse stato davvero Micheal Jackson?

3) Dr. Strange?

Uno dei tanti riferimenti fatti nel film riguarda il Dr. Strange. All’epoca non era ancora arrivato l’MCU e dunque neanche l’interpretazione dello Stregone Supremo di Benedict Cumberbatch. Tuttavia Del Toro era un grande fan del celebre personaggio e decise dunque di omaggiarlo inserendo, nella House of Pain, una vetrata che ricorda l’Occhio di Agamotto, la reliquia protetta da Strange.

LEGGI ANCHE:  Leonardo DiCaprio nel nuovo film di Guillermo Del Toro

Dopo l’uscita di Blade II, il cineasta messicano propose a Marvel insieme con lo scrittore Neil Gaiman un progetto relativo ad un film sul Dr Strange. Tuttavia l’idea all’epoca fu cassata dalla Casa delle Idee.

4) L’origine dei Mietitori

In questo Blade II la minaccia è rappresentata dai Mietitori, una nuova razza di creature nate dopo un’ampia ricerca sul DNA dei vampiri che ha genera toil virus omonimo noto come Reaper Strain. Questo aveva lo scopo di privare i nuovi vampiri chiamati Mietitori delle loro debolezze naturali come l’aglio o la luce del sole.

Per creare il loro angosciante design, che prevede una spaccatura dal sul mento che si apre rivelando l’enorme bocca attraverso la quale riescono a succhiare il sangue, la produzione si ispirò ai racconti polacchi nei quali i vampiri avevano un pungiglione o un “dito” che esce dalla bocca e che usavano per succhiare il sangue piuttosto che usare i denti canini come i vampiri balcanici.

5) Il “problema” Wesley Snipes

blade 2, Del Toro

Wesley Snipes non era sempre disponibile per ogni giorno delle riprese in questo progetto. Nel 2002 l’attore infatti ha recitato in altri 3 film a parte Blade 2 ovvero Liberty Stands StillZigZag e Undisputed di Walter Hill. Del Toro, invece di aspettare che Wesley diventasse disponibile, ha deciso di girare le scene nelle quali il volto di Blade non era in primo piano usando un altro attore che non era la controfigura di Snipes.

La prima scena di questa cateogira è quella nella quale il Diurno, Scud. e Nyssa stanno volando in elicottero per incontrare Damaskinos. La seconda invece è quella piazzata a seguito della sequenza nella quale Nyssa esegue un’autopsia sul Mietitore morto. Dopo quel momento la vampira affronta Blade nei suoi alloggi a causa al suo atteggiamento nei confronti del Emobranco.

6) Blade contro Morbius?

L’idea originale di David S. Goyer era quella di usare Morbius come villain principale del film, ma la Marvel decise di mantenere i diritti per creare un franchise completamente separato dal celebre vampiro. Per questo la storia è stata leggermente cambiata e Jared Nomak è stato creato per essere utilizzato come villain primario.

Essendo Blade un cacciatore di vampiri ed essendo Morbius il più celebre succhiasangue del mondo Marvel sarebbe stata una scelta di trama davvero interessante. Visto l’imminente approdo del personaggio, interpretato da Jared Leto (qui il trailer), questa possibilità potrebbe magari tornare in voga per qualche film futuro magari all’interno del MCU? Staremo a vedere.

7) Gli omaggi letterari di Guillermo Del Toro

Nel documentario del dietro le quinte compreso nel DVD di Blade II, Guillermo Del Toro ha rivelato due omaggi che ha voluto fare all’interno del suo film a due opere da lui molto apprezzate: la graphic novel Watchmen e il romanzo di Richard Matheson, Io Sono Leggenda.

LEGGI ANCHE:  Hellboy, Netflix pensa a una serie TV

Nel film infatti un mietitore esplode in modo simile al modo in cui lo fa il Dottor Manhattan nell’opera di Alan Moore e gli eroi sono bombardati dai mietitori, proprio come il bombardamento degli zombie in Io Sono Leggenda.

8) Puoi arrossire?

Una delle battute più celebri del film è sicuramente quella che recita Ron Perlman nei panni del vampiro Reinhardt che, rivolgendosi con fare razzista nei confronti di Blade chiede: Puoi Arrossire? Ebbene, queste parole furono suggerite dallo stesso Wesley Snipes e originate da un evento realmente accaduto.

Nel DVD del dietro le quinte infatti Goyer e Snipes raccontano di un episodio nel quale l’attore, in Germania per presentare il primo capitolo di Blade, si trovò davanti un ragazzo che gli fece quella stessa domanda. Dunque la frase venne poi utilizzata nel film per dare una sorta di lezione a quel tedesco.

9) La citazione preveggente ad Hellboy

Scud, interpretato da Norman Reedus, nel film indossa una maglietta con il logo del Bureau of Paranormal Research and Defense. Questo è un riferimento al fumetto Hellboy di Mike Mignola, uno dei lavori preferiti da Guillermo Del Toro. Si tratta infatti dell’ufficio segretissimo nel quale il figlio del demonio lavora sulla Terra.

Ironicamente sarebbe stato proprio il cineasta messicano a realizzare l’apprezzatissima trasposizione del fumetto nel 2004 e nel 2008 con i due film della saga di Hellboy che hanno visto il fido Ron Perlman come protagonista.

10) Il Design di Damaskinos e dei Mietitori

Per creare i suoi inquietanti mostri, Del Toro prese ispirazione da moltissime raffigurazioni riguardanti le creature della notte. Tuttavia utilizzò due diverse fonti per Damaskinos, il capo dei Mietitori, e per i suoi seguaci. Per il primo infatti fece riferimeto al più inquietante tra i vampiri della storia del cinema, Nosferatu, portato in scena prima da Murnau e poi da Herzog.

Per gli altri Mietitori invece il cineasta messicano si ispirò invece a diverse creature della storia. Tuttavia principalmente fece riferimento ai mutanti visti nel film L’altra faccia del pianeta delle scimmie di Ted Post. Del Toro decise inoltre di aggirare le regole del Rated R tingendo il sangue dei Mietitori di verde. In questo modo evitò che il film fosse vietato ai minori di 17 anni.

Conoscevate queste curiosità? Se avete voglia di rivederlo con noi, Blade II andrà in onda questa sera alle 21:16 su italia 2.