Influencer subisce 18 operazioni per somigliare a Jimin dei BTS [VIDEO]

BTS
Credits: Oli London / YouTube
Condividi l'articolo

Una transizione etnica, da fan dei BTS, che non sta soddisfando molti

Tutto è successo in Gran Bretagna. L’influencer noto con il nome di Oli London ha sborsato qualcosa come trecentomila sterline in tre anni per cambiare… tutto. Di fatto, più che di un cambio di sesso “tradizionale”, si tratta stavolta addirittura di un cambio di etnica. L’influencer è cantante infatti non solo si dichiara (“dichiarano”) non-binario, ma pure coreano.

Questo perché il suo cambio d’aspetto è stato voluto per assomigliare a Jimin (Park Ji-min), membro dei popolarissimi BTS. Tale è l’ammirazione per il personaggio che Oli London chiede ora di essere chiamato Jimin a sua volta. E non è finita qui, perché sostiene di essere diventato “coreano” in tutto e per tutto.

Mangia cibo coreano, parla la lingua coreana e ha pure ideato una speciale bandiera che unisce quella della Corea (del Sud) all’arcobaleno LBTGQ+, per rappresentare al meglio la sua condizione di non-binarietà sud-est asiatica. In tutto questo, non sono mancate chiaramente le critiche: appropriazione culturale, una su tutte.

LEGGI ANCHE:  I Queen amano il k-pop e i BTS

Da una parte, c’è chi pensa che una persona non debba essere criticata per l’inclinazione sessuale scelta e per aver deciso di cambiare sesso o preferenze in accordo con la propria personalità. Nel 2021, è sacrosanto. Ma dall’altra c’è che opina che un conto è cambiare sesso o preferenze, ben altro è cambiare etnia.

In altre parole: non si diventa coreani solo con modifiche facciali o corporali. Coreano è chi, banalmente, nasce in Corea da genitori coreani, ereditandone quindi i tratti somatici, nonché la cultura e le tradizioni. Ma in questo caso parliamo non tanto della passione per la cultura di un paese, quanto di un tentativo di totale identificazione con un idolo, che trascina il resto con sé.

“Finalmente sono coreano, ho effettuato il passaggio” dice “Jimin”. “Sono così felice, ho completato il mio look. Ho gli occhi, ho anche fatto alzare le sopracciglia. So che può confondere, nessuno ha mai fatto come out come coreano o come Jimin prima. Ma essere transessuale è lo stesso che essere trans-razziale [etnico?], perché sei nato nel corpo sbagliato“.

LEGGI ANCHE:  La musica più ascoltata su Spotify nel 2018

Fonti: Consequence, TGCOM 24