Allison Mack a processo: “Il più grande errore e rimpianto della mia vita”

Allison Mack parla delle sue azioni ed esprime contrizione

Allison
Credits: Nathan Baker / YouTube
Condividi l'articolo

Allison Mack parla apertamente dei traffici sessuali ai quali ha preso parte

Come sapete Allison Mack, attrice famosa come la Chloe di Smallville, è stata coinvolta in un’organizzazione che si occupava di traffici sessuali, di fatto un “sex cult”, una specie di setta. La Mack è stata arrestata nel 2018 e si è dichiarata colpevole di aver introdotto molte donne alla schiavitù sessuale per il capo della setta, Keith Raniere.

L’attrice è ora a processo e la difesa spera in una sentenza mite data l’ammissione di colpevolezza e il fatto che la stessa Mack abbia poi denunciato Raniere, condannato per quanto lo riguarda a 120 anni di carcere. Anche per questo, la Mack ha scritto una lettera aperta indirizzata alle vittime delle sue azioni, nella quale esprime rimpianto e rimorso.

“Ora è di capitale importanza per me dire, dal fondo del mio cuore, che sono davvero dispiaciuta. Mi sono gettata negli insegnamenti di Keith Raniere con tutto ciò che avevo. Credevo, con tutto il cuore, che la sua guida mi stesso portando ad una versione migliore e più iluminata di me”.

LEGGI ANCHE:  La setta di Allison Mack diventa una serie tv

“Ho dedicato la mia lealtà, le mie risorse e in fin dei conti la mia vita a lui. Questo è stato il più grande errore e il più grande rimpianto della mia vita. Mi dispiace davvero per coloro che ho portato nella NXIVM. E mi dispiace di avervi esposte agli schemi nefasti ed emotivamente abusivi di un uomo deviato“.

“Mi spiace di avervi incoraggiate ad usare le vostre risorse per partecipare a qualcosa che alla fine era così brutto. Non prendo alla leggera la responsabilità che ho nelle vite di coloro che amo; e sento un grande peso di colpa per aver abusato della vostra fiducia, guidandovi lungo un sentiero negativo”.

Gli avvocati della Mack insistono perché la sentenza eviti una pena reclusiva, dato che l’attrice ha “denunciato Raniere in pubblico e nei termini più forti possibili”. La lettera servirà in questo senso come argomentazione aggiuntiva. La sentenza contro Allison Mack sarà pronunciata il 30 giugno.

LEGGI ANCHE:  Allison Mack confessa: "Reclutavo schiave sessuali per una setta"

Fonte: The Hollywood Reporter