I Promessi Sposi: arriva la serie prequel dal produttore di Game of Thrones

Vince Gerardis, co-produttore esecutivo di Game of Thrones, sta sviluppando Provvidenza, serie prequel de I Promessi Sposi

i promessi sposi, game of thrones, provvidenza
Credits: Wikipedia/ Francesco Gonin
Condividi l'articolo

I Promessi Sposi, capolavoro di Alessandro Manzoni del 1827, è uno dei classici della nostra letteratura più famosi a livello mondiale. Le avventure di Renzo e Lucia nell’Italia del XVII secolo colpita dalla Peste Nera è una di quelle storie che vengono studiate nelle scuole di letteratura di tutto il mondo. Per questo motivo Il co-produttore esecutivo di Game of Thrones Vince Gerardis ha deciso di sviluppare Provvidenza, serie prequel del grande romanzo e ispirata al libro Lodovico dello studioso italiano Francesco Musesti.

Geradis, che lo scorso anno ha fondato una nuova compagnia di produzione in Italia, Ciao (Creatività Italiana Americana Organizzata), collaborerà in questo progetto anche con la produttrice Maria Grazia Saccà.

La trama sarà ambientata circa 40 anni anno prima degli eventi visti ne I Promessi Sposi e vedrà come protagonista Fra Cistoforo che prima di convertirsi, uccise un nobile in un duello. Oltre a lui conosceremo anche i retroscena di altri personaggi visti nel romanzo di Manzoni: lo spietato aristocratico noto come L’Innominato, il delinquente di nome Griso; il pio cardinale Borromeo e la modesta protagonista femminile del romanzo, Lucia, il cui retroscena nel prequel è intriso di stregoneria.

LEGGI ANCHE:  L'arte degli "opening titles" in 10 iconici esempi

Nel romanzo, la peste cambia il destino del protagonista Renzo – ha detto Saccà a Variety. Nella nostra storia la peste è un elemento centrale come lo è l’inverno in Game of Thrones.

Credo che all’interno de I Promessi Sposi’ e del loro mondo circostante, ci sia qualcosa di più grande da ottimizzare – ha proseguito Gerardis. Provvidenza è da considerarsi come una tragedia oscura ambientata in una società crudele ma ancora interamente incentrata sull’uomo con gli elementi notturni e psicologici di alcuni dei film di Batman, l’estetica carnale e spirituale dei dipinti di Caravaggio e trame simili a quelle di Game of Thrones.

Che ne pensate di questo progetto?