Luca: il nuovo film Disney Pixar raccontato dai protagonisti

Luca, il nuovo film Disney Pixar arriva il 18 Giugno su Disney Plus. Ecco come gli autori e i doppiatori, tra cui Orietta Berti, Saverio Raimondo, Marina Massironi e Luca Argentero, ci hanno raccontato quest'avventura in conferenza stampa.

Luca Disney Pixar
Condividi l'articolo

L’attesa è quasi finita. Luca, il nuovo film Disney Pixar ambientato a Portorosso, nella Liguria degli anni ’60, arriva in esclusiva il 18 Giugno sulla piattaforma Disney Plus. E proprio alle Cinque Terre Disney ha organizzato la conferenza stampa di presentazione.

Abbiamo così potuto incontrare virtualmente il regista di Luca (qui la nostra recensione) Enrico Casarosa, ligure di nascita e americano d’adozione, i produttori del film e i talent che hanno prestato la loro voce sia nel doppiaggio originale che nella versione italiana del film.

Scopriamo così come per Saverio Raimondo, che tutti conosciamo come stand-up comedian dal sarcasmo provocatorio, caustico e tagliente, si è trattato di un’esperienza unica e assolutamente nuova.

Saverio Raimondo ha prestato la sua voce a Ercole Visconti, il bullo del film. Marina Massironi, insostituibile spalla del trio Aldo Giovanni e Giacomo negli anni d’oro, ha doppiato invece la Signora Marsigliese.

Si collega per un saluto anche Luca Argentero, alias Lorenzo Paguro, papà del protagonista. Ma in conferenza stampa c’è anche la fantastica Orietta Berti, che si prende una pausa dalla promozione di Mille, nuova hit firmata con Fedez e Achille Lauro per parlarci di quest’avventura.

“Siamo due sorelle un po’ burbere” Spiega la cantante, che presta la voce a Concetta Aragosta, mentre sua sorella Pinuccia è interpretata dall’ineffabile Luciana Littizzetto. “Io non sono così nella realtà, ho un carattere più dolce, ma mi è piaciuto fare la burbera!”

Quanto a Luca, per Orietta Berti si tratta di un film emozionante, perfino commovente, incentrato sul valore dell’amicizia e sul rispetto delle nostre diversità. “Ho ancora gli amici dell’infanzia e della gioventù. Alcuni vivono a Los Angeles e appena posso li vado a trovare.”

“Le persone possono sembrare diverse dentro ma in fondo sono uguali a noi. Credo sia importante per noi amare, non siamo fatti per odiare, questo bisogna metterlo in testa alle persone.”

“Ercole è il cattivo del film, il bad guy.” Sottolinea Saverio Raimondo “Se provassi a fare il bullo mi farei male da solo, non ho proprio il physique du role. Per questo per me è stato divertentissimo. I cattivi sono sempre i più ridicoli, e per questo eccomi qua!”

“Lavorare a Luca è stata una delle esperienze più belle della mia vita professionale. Ho tratto ispirazione dal bullo di Truman Capote in Thanksgiving Visitor ma anche dal Geometra Calboni, l’antagonista di Fantozzi. Ercole è un mio personale omaggio a Calboni!”

“Lavorare in un’altra lingua è sempre un po’ aprire la testa” Continua Marina Massironi. “Da casa mia, dal mio studio sono arrivata in California attraverso l’etere. C’era molta cura e molta gentilezza. E questa ambientazione italiana è molto veritiera, molto rispettosa della realtà della provincia.

Luca: un film che nasce dai ricordi per raccontare l’amicizia e l’inclusione, ispirato al mondo di Hayao Miyazaki.

Luca Disney Pixar
Un frame da Luca, l’attesissima novità targata Pixar dal 18 Giugno sulla piattaforma Disney Plus . Foto © 2021 Disney/Pixar

“Che emozione tornare a Genova! Il film è ispirato dalla mia infanzia, da Genova e dalle estati sulla Riviera con Alberto, il mio migliore amico. È una lettera d’amore per il mare, noi liguri abbiamo il mare dentro.” Ci racconta il regista Enrico Casarosa.

LEGGI ANCHE:  Disney e Tim siglano l'accordo: Disney+ sarà su TimVision

“Volevo raccontare al mondo il nostro mare, volevo esaltarlo, ma raccontare anche il mangiare, la musica, tutto quello che animava le estati della mia infanzia. L’album di Bennato L’isola che non c’è mi è rimasto nel cuore.”

“Edoardo ci ha mandato un messaggio ed era contentissimo. Spero che anche le nuove generazioni ora scoprano questa canzone fantastica che è Il gatto e la volpe. Per la colonna sonora poi ci siamo ispirati poi alle musiche di Nino Rota.”

“Gli ostacoli e le difficoltà sono un modo per crescere. Anche questo volevamo raccontare nel film. Luca scopre il potere di esplorare e celebrare un’altra cultura, e nel frattempo scopre come onorare e condividere la propria.”

“I mostri marini sono una metafora legata al sentirsi diversi o esclusi. Amo la sensazione che tutti i nostri personaggi in qualche modo si sentano diversi. Luca e Alberto desiderano così tanto far parte di questo altro mondo, ma temono di non essere accettati così come sono.”

L’amicizia diventerà il ponte tra i due mondi, quello delle profondità marine e del mondo di superficie, rappresentato attraverso la variopinta cittadina di Portorosso, nelle Cinque Terre.

LEGGI ANCHE:  Loki sarà anche donna nella serie TV su Disney Plus [FOTO]

“Spesso differenti comunità non si conoscono e c’è paura. Ma la curiosità di conoscere il mondo degli altri è il ponte. Non tutti ti accetteranno. Sapersi circondare delle persone giuste, che ci accettano e ci spingono a scoprire cose nuove, questo è fondamentale nella vita.”

“Io come tutti nella generazione degli anni ’80 sono cresciuto con i cartoni animati giapponesi. Hayao Miyazaki, che ho potuto incontrare quando ho girato il mio primo cortometraggio, è stato la mia principale fonte di ispirazione.”

Iscriviti a Disney+ per guardare le più belle storie dai mondi Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic

La fantastica girandola di emozioni che compongono il mondo di Luca, ventiquattresimo film targato Disney Pixar, vi aspetta dal 18 Giugno in streaming su Disney+. E noi, a questo punto possiamo solo aggiungere… Non perdetelo!