Tutti i 7 Film di Eli Roth dal Peggiore al Migliore: la Classifica [LISTA]

La classifica sui migliori film di Eli Roth, discepolo di Quentin Tarantino e autore di film horror estremi e controversi.

eli roth
Condividi l'articolo

Discepolo prediletto di Quentin Tarantino, con un gusto per lo splatter sia al di qua che al di là del set. Chi, se non Eli Roth? Giovane regista che esordì come attore in Terror Firmer, film prodotto dall’amabile Troma nonché diretto da Lloyd Kaufman e sceneggiato da un tale di nome James Gunn. Ma tutti lo ricorderanno per aver vestito i panni dell’Orso Ebreo in quel di Bastardi senza Gloria.

L’esordio dietro la macchina da presa arriva qualche anno dopo con un horror molto particolare, dalle chiare influenze Troma, come Cabin Fever. Un pout pourri di sangue e risate, soprattutto per il finale presente durante i titoli di coda. Ma sicuramente il film che l’ha consacrato al pubblico è Hostel.

Complice una campagna marketing a dir poco audace, Eli Roth è riuscito a conquistare gli amanti del gore con un film brillante e violento, riportando in auge un sottogenere legato strettamente all’horror. Ovviamente con tutte le polemiche del caso, tra accuse di razzismo e di violenza inaudita.

In seguito, il regista classe ’72 ha continuato guardando ai film che l’avevano influenzato, proponendo visioni alternative dei Cannibal Movie italiani nonché dei polizieschi di Charles Bronson, con risultati abbastanza discutibili. Fino ad un’improbabile deriva fantasy per bambini. Strano ma vero. Vediamo insieme quali sono i suoi migliori film in ordine di gradimento.

LEGGI ANCHE:  Quando ci si mena: 10 episodi di risse on-stage

7. Il Mistero della Casa del Tempo, 2018

il mistero della casa del tempo, eli roth

Presentato alla Festa del Cinema di Roma di qualche anno fa, l’esordio fantasy di Roth non fu soddisfacente, per usare un eufemismo. È chiaro come il genere menzionato, ancor più se con un’estetica adatta ad un pubblico minore, sia ben lontano dalla sua visione cinematografica legata prettamente al cinema di genere.

Nonostante un cast di tutto rispetto, con Cate Blanchett, Jack Black e Kyle MacLachlan, questo adattamento del romanzo La Pendola Magica, sceneggiato da Kripke, risulta essere molto fiacco. Un vero e proprio buco nell’acqua per il nostro Eli Roth. Qui la nostra recensione.

6. Il Giustiziere della Notte – Death Wish, 2018

Il giustiziere della notte, bruce willis, eli roth

Si potrebbe dire che il 2018 non sia stato un anno fortunato per Eli Roth. Così come il film fantasy di cui sopra, anche questo remake non fu propriamente ben accolto dai fan, tantomeno dalla critica. Remake che ha dovuto attendere ben dieci anni prima di avere il via alla produzione.

LEGGI ANCHE:  I migliori 10 home invasion di sempre

Infatti, era dal 2006 che questo film non trovava un regista stabile. Prima Stallone, poi John Carnahan per arrivare a Roth, dopo altri annunci e addii. La travagliata genesi produttiva ha chiaramente influenzato il risultato finale, sebbene i buoni incassi d’esordio.

5. The Green Inferno, 2013

the green infenro, eli roth

A metà classifica, impossibile non mettere un film che ha diviso tra lodi e indignazione. Con The Green Inferno, Roth omaggia a suo modo il filone dei cannibal movie all’italiana, riprendendo quei film violenti e sadici che hanno caratterizzato il cinema italiano gli anni Settanta e Ottanta.

Da Lenzi a Deodato, il film si propone come una geniale avventura nella savana citazionista, in piena coerenza con la scuola tarantiniana in cui vengono omaggiati i menzionati registi. Nulla di eccelso ma un buonissimo prodotto che riprende un genere chiuso nel cassetto da tempo.

1
2
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".