Sharon Stone: “Un chirurgo ingrandì il mio seno senza consenso”

Il New York Times ha riportato uno stralcio del nuovo libro di Sharon Stone nel quale l'attrice racconta alcuni incredibili aneddoti

sharon stone
Condividi l'articolo

Da qualche ora è arrivato sul mercato The Beauty of Living Twice, il libro di memorie scritto da Sharon Stone. Tra i molti aneddoti riguardanti la sua carriera e la sua vita privata, l’attrice ne ha raccontato uno, riportato dal New York Times, davvero sconcertante.

La star di Basic Instinct ha infatti rivelato come nel 2001, dopo essersi sottoposta ad un intervento di ricostruzione del seno a seguito dell’asportazione di alcuni tumori benigni, si svegliò con un seno maggiorato.

Quando mi hanno rimosse le fasce, ho scoperto che avevo un seno più grande di un’intera taglia. Mi dissero che quella misura andava meglio con le dimensioni dei miei fianchi. Aveva cambiato il mio corpo a mia insaputa e senza il mio consenso.

La Stone ha poi proseguito il racconto spiegando che quando ha affrontato la discussione col chirurgo, lui le rispose che pensava che avrei avuto un aspetto migliore con tette più grandi e migliori.

La star ha poi raccontato anche dell’ictus e dell’emorragia cerebrale che l’ha colpita a 43 anni e di come quell’evento le ha cambiato la vita.

LEGGI ANCHE:  Sharon Stone distrugge Trump sul Covid: "Non votate per un Assassino!"

La stanza d’ospedale dove mi trovato era così silenziosa. Quando una stanza è così silenziosa e nessuno corre in giro cercando di aggiustarti, è allora che ti rendi conto di quanto sia vicina alla morte e di quanto tutto sia serio. La gente mi ha trattato in un modo che è stato brutalmente scortese. Dalle altre donne nei miei affari alla giudice donna che ha gestito il mio caso di custodia, non credo che nessuno capisca quanto sia pericoloso un ictus per le donne e cosa ci vuole per riprendersi. Ho dovuto ipotecare la mia casa. Ho perso tutto quello che avevo.

Conoscevate questi retroscena legati alla vita di Sharon Stone (qui le sue dichiarazioni su Woody Allen).

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.