Anthony Hopkins più anziano candidato Miglior Attore Protagonista di sempre

Anthony Hopkins ancora in gambissima!

Anthony
Condividi l'articolo

Anthony Hopkins è stato candidato all’Oscar come Miglior Attore Protagonista per la sua performance in The Father

All’età di 83 anni Anthony Hopkins diventa il più anziano attore mai candidato all’Oscar come Miglior Attore Protagonista. La sua candidatura arriva grazie alla performance nel film The Father. La nomination è significativa perché prova che le sue capacità attoriali sono valide oggi come trent’anni fa, ai tempi del famoso e imperdibile Il Silenzio degli Innocenti.

A fianco a lui ci sono candidati altrettanto importanti: Riz Ahmed (per Sound of Metal), Gary Oldman (per Mank), Chadwick Boseman (per Ma Rainey’s Black Bottom) e Steven Yeun (per Minari). Hopkins ha vinto solo una volta, nel 1992. Agli Oscar è stato nominato in tutto per sei volte, compresa questa, due delle quali come Miglior Attore Non Protagonista.

La carriera di Hopkins, iniziata nel teatro sotto la guida di Laurence Olivier, lo ha portato a diventare pian piano uno dei protagonisti d’eccellenza del cinema mondiale. Nel 1980 è il co-protagonista di The Elephant Man di David Lynch, ma il suo personaggio più noto rimane quello di Hannibal Lecter, interpretazione che gli è appunto valsa il suo unico Oscar.

LEGGI ANCHE:  Anthony Hopkins su Michael Bay: un genio alla pari di Scorsese, Spielberg e Stone

Una sua nuova vittoria a 83 anni potrebbe essere davvero memorabile, specie pensando che sono passati trent’anni dalla prima. Il record precedente come candidato più anziano allo stesso premio (non vincitore) apparteneva a Richard Farnsworth, nominato a 79 anni per la sua performance in Una Storia Vera (The Straight Story), altro film di David Lynch.

Fonte: The Wrap