Jim Carrey per il suo compleanno attacca i Suprematisti Bianchi [FOTO]

Su Twitter Jim Carrey, in occasione del suo compleanno, si è augurato di veder sparire i suprematisti bianchi dal Partito Repubblicano

Jim Carrey
Condividi l'articolo

Nella giornata di ieri Jim Carrey ha compiuto 59 anni. L’attore canadese ha, per l’occasione, scritto un messaggio su Twitter augurandosi, oltre che l’ovvia fine della pandemia da Covid, di veder sparire i suprematisti bianchi dal Partito Repubblicano americano.

Oggi compio 59 anni – scrive Carrey. Quando spegnerò le candeline più tardi, desidererò la fine della pandemia, vedere un minor numero di americani vendere le loro anime per una montagna di bugie e che i Repubblicani, una volta per tutte, epurino i loro ranghi dai suprematisti bianchi. oh.. e che uno dei miei regali sia un Zing Marshmallow Blaster (una specie di fucile spara Marshmallow).

Jim Carrey non ha mai nascosto la sua antipatia nei confronti del Partito Repubblicano e, soprattutto, di Donald Trump. L’interprete di The Mask, prima l’ex tycoon perdesse le elezioni in favore di Joe Biden, aveva attaccato pesantemente l’ex Presidente, paragonandolo, quando accettò la nomina del suo partito prima dell’ultima campagna elettorale, addirittura a Michael Corleone ne Il Padrino III (qui i dettagli).

LEGGI ANCHE:  Sonic: Jim Carrey potrebbe interpretare il villain del film

Sempre tu Twitter inoltre l’attore canadese ha anche paragonato la gestione del Covid di Trump alle bombe atomiche che furono sganciate sul Giappone durante la Seconda Guerra Mondiale. Secondo le stime riportate da Carrey infatti, il virus, a causa della mala gestione dell’ex tycoon, farà più morti di entrambi gli ordigni (qui i dettagli).

Che ne pensate delle parole di Jim Carrey?

Continua a seguirci sulla nostra Pagina Facebook Ufficiale LaScimmiaPensa.com per altre news, recensioni ed approfondimenti sul mondo del Cinema, dei Videogiochi e delle Serie TV!

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.