Quando Charlize Theron vide sua madre uccidere suo padre

Il 5 Agosto è il compleanno di Charlize Theron, che festeggia in splendida forma i suoi 45 anni. Ma la sua vita non è stata fatta solo di successi, glamour e cinema. Quand'era appena adolescente, un tragico evento l'ha segnata per sempre. Fu proprio sua madre infatti a uccidere suo padre per legittima difesa.

Charlize Theron

Il 2020 è stato un anno di grandi soddisfazioni per Charlize Theron. Dopo il successo di Bombshell (che le è valso la candidatura all’Oscar come Miglior attrice non protagonista) e l’uscita su Netflix del cinecomic The Old Guard, la nostra Atomica Bionda sembra decisamente orientata a interpretare altre energetiche protagoniste di genere Action.

Ma la vita di Charlize, nata a Benoni, in Sudafrica, il 7 Agosto del 1975, non è stata solo glamour, cinema e successi. Il suo primo, più grande desiderio era affermarsi come ballerina: un sogno brutalmente interrotto a 19 anni per un infortunio al ginocchio.

Ma prima ancora, quando aveva solo 14 anni, l’attrice ha vissuto un trauma impossibile da dimenticare: sua madre Gerda, infatti, uccise suo padre proprio davanti suoi occhi.

Nel corso degli anni, Charlize Theron ha raccontato questa tragica vicenda in numerose interviste. Ogni volta, ha ringraziato sua madre per averle insegnato il coraggio, la forza e la determinazione per ribellarsi al ruolo di vittima.

Solo pochi giorni fa è tornata a ribadire con la stampa:

“Non voglio più vivere con un uomo, sono vecchia per certe cose”

Charlize vive infatti come una donna decisamente indipendente, nonché madre single di due figlie adottive: Jackson (8 anni) e August (4). Ma se ha imparato a contare solo sulle sue forze, c’entra sicuramente il trauma che ha segnato la sua adolescenza.

L’infanzia di Charlize Theron e la morte del padre

I coniugi Theron erano ricchi proprietari terrieri, e Charlize racconta di aver passato la sua infanzia in solitudine, nella grande fattoria di famiglia. Suo padre, per altro, era un uomo alcoolizzato e violento, solito picchiare sia moglie che figlia.

Una sera, Charlize racconta che il padre rincasò ubriaco e armato di una pistola. La ragazza si nascose con sua madre, e mentre suo padre cercava di sfondare la porta, sparò 3 colpi contro di loro. A questo punto sua madre Gerda decise di prendere un’altra pistola, rispondere al fuoco e porre fine all’incubo.

Charlize Theron è tornata a parlare di quella notte da incubo proprio in occasione della presentazione di Bombshell: film che ripercorre la controversa vicenda di Roger Ailes, magnate di Fox News, accusato di molestie sessuali da svariate dipendenti.

Nell’intervista, l’attrice ha anche puntualizzato che la polizia archiviò immediatamente l’omicidio come legittima difesa, e che sua madre non è mai stata incriminata.

Ci sono cose che ti restano impresse nell’anima come un tatuaggio” ha dichiarato Charlize Theron a proposito di quella tragica notte. “Ci sono ferite che si possono rimarginare, ma non si guarisce mai completamente.

Per molto tempo mi sono sentita in colpa: io continuavo a vivere, ad avere successo. Ora capisco che sono passati anni e che bisogna voltare pagina.”

Fortunatamente, sua madre Gerda ha saputo aiutare Charlize a elaborare il trauma e andare avanti con la propria vita. All’inizio degli ani ’90 la ragazza si trasferisce proprio in Italia, a Milano.

Carriera e filmografia: la rinascita di Charlize Theron

Nel 1993 arriva il celeberrimo spot Martini, che svela le sue grazie e le garantisce un’immediata notorietà internazionale. Nel 1997 recita al fianco di Al Pacino e Keanu Reeves ne L’avvocato del diavolo: quella che sembrava solo una splendida top-model si rivela subito un’attrice promettente, destinata a una folgorante carriera.

Nel 2003 Charlize Theron ha vinto l’Oscar come Migliore Attrice protagonista grazie a Monster: un’opera decisamente cruda, dove si mostra quasi irriconoscibile, tanto la sua bellezza è stata stravolta.

Dopo aver interpretato Aileen Wuornos, prostituta e serial killer condannata a morte per l’omicidio di 7 clienti, l’attrice ha sempre continuato a cercare storie di donne forti.

Nel 2015 conquista pubblico e critica nei panni di Furiosa, protagonista di Mad Max : Fury Road. Seguiranno Fast & Furious 8 e Atomica bionda, spy-story che esalta non solo la sua bellezza, ma anche la destrezza negli scontri fisici e le sequenze d’azione. Sembra che il film sia destinato a un sequel. Intanto, nel 2021 la vedremo ancora in Fast & Furious 9 – The Fast Saga.

Ma Charlize Theron è anche un’attivista sempre in prima linea per i diritti delle donne, dei rifugiati e della comunità LGBT, battendosi contro ogni forma di discriminazione.

Ha anche rivelato alla stampa come suo figlio Jackson, a soli 3 anni, l’abbia guardata negli occhi dicendo:

“Non sono un maschio.”

L’attrice sostiene pienamente il percorso della bambina. Perché, come ha imparato da Gerda, il compito di una madre è aiutare le proprie figlie a diventare qualunque cosa vogliano essere.

Per altre news, curiosità e approfondimenti continuate a seguirci su La Scimmia Pensa.com