Corey Taylor debutta con CMFT, il suo progetto solista [Ascolta]

I primi due singoli rilasciati e provenienti da CMFT, il progetto solista di Corey Taylor.

Corey Taylor album solista CMFT
Frame preso dal video del singolo CMFT Must Be Stopped
Condividi l'articolo

Dopo gli Slipknot e gli Stone Sour, Corey Taylor debutta ufficialmente da solista con il suo primo album, CMFT. Per l’occasione, sono disponibili i primi due singoli estratti da questo disco d’esordio. Con tanto di video, nel caso di CMFT Must Be Stopped e il classico lirico video per Black Eyes Blues.

Due brani profondamente diversi tra loro, quasi inaspettati per un artista come Corey Taylor. Soprattutto CMFT Must Be Stopped, che vede la collaborazione in featuring di Techh N9ne e Kid Bookie. Una canzone ben diversa rispetto a quello cui il cantante degli Slipknot e degli Stone Sour ci aveva abituato.

Tra crossover e nu-metal, impossibile non pensare a gruppi come i P.O.D. in alcuni passaggi. Il video è a dir poco intrigante, viste le apparizioni fugaci di personalità di spicco come Marilyn Manson, Lars Ulrich, Rob Halford e Chris Jericho, confrontarsi proprio con Corey Taylor e la sua cintura da campione di wrestling. In tal senso, la presenza di Jericho fa abbasta sorridere, visto il suo doppio ruolo di cantante ed ex wrestler.

LEGGI ANCHE:  Corey Taylor al lavoro su un album da solista

Di tutt’altra fattura invece Black Eyes Blues, un brano dalla struttura pop orecchiabile e molto radiofonica, soprattutto per la sua durata. Anche qui, ci troviamo decisamente su altri lidi rispetto ai due gruppi di cui Corey Taylor era il frontman.

La data d’uscita di CMFT è fissata al 2 ottobre, qualche mese prima rispetto l’annuncio del passato agosto. Ancora un paio di mesi e potremo assaporare questo nuovo progetto che, grazie a queste due release, incuriosisce non poco. Cosa avrà combinato il nostro buon Corey? Lo scopriremo a breve.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".