Dracula, Keanu Reeves si rifiutò di insultare Winona Ryder sul set

Keanu Reeves ha rifiutato di obbedire al regista per difendere l'attrice

Keanu Reeves e Winona Ryder in Dracula
Una scena di Dracula

Winona Ryder ha rivelato che Keanu Reeves ha rifiutato la richiesta di Francis Ford Coppola di insultarla fino a farla piangere durante le riprese di Dracula.

Ryder e Reeves hanno recitato nell’adattamento di Coppola del 1992 del racconto sui vampiri di Bram Stoker, con Ryder che interpretava la vittima principale di Dracula, Mina Harker, e Reeves il suo fidanzato.

Ryder ha detto che, durante le riprese di una scena in cui il Dracula di Gary Oldman si trasforma, Coppola si è allontanata dalla telecamera gridando ripetutamente “Puttana!” Coppola ha anche cercato di far partecipare il cast maschile del film a questi insulti.

Ryder al Sunday Times ha detto “Letteralmente, Richard E Grant, Anthony Hopkins, Keanu… Francis cercava di convincerli tutti a gridare cose che mi avrebbero fatto piangere.”

“Ma Keanu non voleva, Anthony non voleva … Semplicemente il piano di Coppola non ha funzionato. In un certo senso ha scatenato il contrario”.
Ryder ha detto che lei e Coppola non sono più in conflitto adesso e che l’esperienza ha scatenato una lunga amicizia con Reeves.

Dopo Dracula, la coppia ha lavorato insieme altre tre volte: nel 2006 A Scanner Darkly, nel 2009 La vita segreta della signora Lee nel 2018 Destinazione matrimonio.

Leggete anche:

Per restare sempre aggiornato sul mondo del cinema e delle serie TV continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com!