Quando Marilyn Monroe indossò un sacco di patate per dimostrare la sua bellezza

Nel 1951 Marilyn Monroe posò con indosso un semplice sacco di patate per dimostrare al mondo intero che non è l'abito a fare il monaco

Marilyn Monroe nelle iconiche fotografie.
Marilyn Monroe nelle iconiche fotografie.

Marilyn Monroe è stata una delle ultime vere dive del cinema hollywoodiano, nonché una delle poche a rimanere ancora oggi un simbolo ampiamente conosciuto. L’attrice è diventata un’icona estremamente popolare grazie a suoi ruoli di “dumb blonde” in alcune delle commedie più famose dell’epoca, tanto da diventarne il simbolo. Film come Eva contro EvaGli uomini preferiscono le bionde e le geniali commedie di Billy Wilder l’hanno resa una delle attrici più famose e desiderate di sempre, riuscendo ad incarnare pienamente lo spirito ed il desiderio degli americani.

Ed ovviamente insieme al suo corpo mozzafiato divennero famosi i suoi outfit appariscenti. Indimenticabile ed iconico il vestito bianco che si alza all’aria dei condotti di aerazione per strada in Quando la moglie è in vacanza, ma anche le gonne e le scollature provocanti che indossò spesso sul set e fuori. Marilyn ha stabilito uno standard, un punto di riferimento per molte generazioni di donne. Ovviamente, questo non avvenne senza critiche. Una di queste pare sia alla base di un’operazione piuttosto particolare che vedrà l’attrice in una veste piuttosto particolare.

Nel 1951, un anno dopo il grande successo di Eva contro Eva, Marilyn Monroe si fa ritrarre mentre indossa un sacco di patate.

Quegli scatti faranno il giro del mondo e diventeranno famosissimi. Ma perché una delle donne più belle del mondo dovrebbe indossare un sacco di patate?

Una delle versioni più accreditate vuole che una giornalista, durante un party al Beverly Hills Hotel, commentò la gonna piuttosto corta dell’attrice, definendola volgare. Aggiunse inoltre che sarebbe stato più adeguato per lei un sacco di patate. Marilyn, sentendo queste parole, avrebbe preso la palla al balzo, per mostrare a tutti che, come si usa dire, l’abito non fa il monaco. Insieme ai produttori della Twentieth Century Fox organizzò tempestivamente una sessione fotografica, da cui provengono i famigerati scatti.

Un’altra versione dei fatti vuole che siano stati gli stessi produttori che, sentendo un commento, ebbero la geniale idea. Qualcuno avrebbe detto che la Monroe era così bella che avrebbe reso affascinante anche un sacco di patate. I produttori avrebbero visto una grande opportunità pubblicitaria e sarebbero stati decisivi nell’ideazione degli scatti.

Marilyn Monroe indossa un sacco di patate
Marilyn Monroe indossa un sacco di patate

Resta il fatto che queste foto escono per davvero, e Marilyn Monroe indossa semplicemente un sacco di patate dell’Idaho bucato ed un paio di tacchi rossi. Inutile dire il risultato: sì, Marilyn risultò attraente anche con la iuta. Nacquero così alcune delle fotografie più iconiche, che contribuirono alla creazione del mito Marilyn.

La stessa Monroe racconterà in seguito che un agricoltore di patate dell’Idaho, dopo aver visto le foto, le inviò un sacco di patate in dono. L’attrice, però, non ne poté mangiare nemmeno una.

Quell’anno c’erano poche patate, ed i ragazzi della pubblicità le rubarono tutte. Non ne  ho vista nemmeno una. Il che dimostra quello che dico sempre: “Ci si può fidare dei pubblicitari?”

Un epilogo che rende l’idea di quello che fu il senso dell’umorismo di Marilyn Monroe, troppo spesso dimenticato così come le sue abilità d’attrice, anch’esse messe in secondo piano dalla critica dell’epoca. Marilyn è stata una delle migliori attrici della sua generazione, diventando, dopo la sua morte prematura, una vera e propria leggenda che ancora oggi tutti conoscono.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook Lasciammiapensa.com!