Dopo Parasite la Corea del Sud migliorerà le condizioni dei seminterrati

In Corea del Sud, a causa del planetario successo di Parasite, il governo sta portando diverse manovre per aiutare le famiglie più povere.

Parasite
Una scena del film Parasite, di Bong Joon-ho

In Parasite (Leggi la nostra recensione QUI), la famiglia protagonista, i Kim, vive in uno squallido seminterrato che durante l’arco del film, a causa di un violento temporale, viene invaso dall’acqua, costringendo gli abitanti ad andare a dormire in una palestra pubblica. A causa dell’enorme successo avuto dal film di Bong Joon-Ho, il governo della Corea del Sud ha deciso di mettere a disposizione delle risorse per aiutare i cittadini che si trovano in condizioni similari a quelle dei protagonisti del film.

Secondo infatti il Korea Herald, il governo sudcoreano sta collaborando con la Korea Energy Foundation e con la città di Seoul per aiutare le 1500 famiglie coreane che vivono in locali seminterrati. Il 78% di queste persone, fa notare sempre il giornale locale, appartiene alle fasce di reddito più basse della popolazione. Per aiutarli, sono stati messi a disposizione 3,2 milioni di Won, che saranno impiegati per migliorare i sistemi di riscaldamento delle abitazioni, sostituire pavimenti fatiscenti, installare condizionatori d’aria, deumidificatori, ventilatori, finestre e allarmi antincendio. 

Le persone più povere che abitano i seminterrati quindi potranno presentare domanda al governo per approfittare di questi fondi. Secondi gli ultimi dati, raccolti in Corea del Sud nel 2015, sarebbero circa 383 mila gli appartamenti simili a quello nel quale vive la famiglia Kim in tutto il paese e che quindi usufruiranno di questa manovra governativa.

L'”effetto” Parasite in Corea sta davvero portando una rivoluzione culturale nel paese. In molti inneggiano addirittura alla creazione di statue in onore di Bong Joon-Ho o di strade intitolate a lui.

Leggi anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com