10 canzoni alla scoperta di Peter Gabriel

Gabriel
Peter Gabriel nel video di "Sledgehammer"

Una breve guida all’arte musicale di Peter Gabriel attraverso i decenni

Peter Gabriel è sicuramente stato, specialmente ai suoi tempi d’oro, uno degli artisti più eclettici e fantasiosi della scena inglese. Reduce dall’impegno del rock progressivo e dalla rottura, non troppo felice con i Genesis, l’artista si è presto emancipato con una carriera da solista più che ragguardevole. Dai primi album sperimentali e quasi schizofrenici, si passa presto alla fase new wave. Melt (1980) e Security (1982) vedono la frequente collaborazione di Robert Fripp e Tony Levin dei King Crimson, nomi portanti della musica del periodo.

Ormai sicuro di sé e della propria statura artistica, Gabriel decide di spostarsi a metà anni ’80 verso il cosiddetto “blue-eyed soul”, genere che in quel periodo regala soddisfazioni anche al collega Phil Collins. Esce nel 1986 l’album So, il primo con un titolo vero e proprio (gli altri hanno nomi dati dai fan) nonché il suo più grande successo. Un successo dovuto anche al suo saggio interesse verso il mezzo in continuo sviluppo del videoclip, che gli consente, negli anni d’oro di MTV, di diventare uno dei volti più noti dell’emittente, e sempre comunque protagonista di video interessanti e innovativi.

Peter Gabriel – No Self Control, Top of the Pops, BBC, 1980

Godendosi il suo periodo più popolare, Gabriel non manca di interessarsi a tematiche importanti, nello specifico rivolgendo la propria attenzione alle difficoltà in Africa. Lo fa scrivendo una canzone dedicata all’attivista Steven Biko, ucciso nel 1977, e anche aiutando a lanciare la carriera internazionale del cantante senegalese Youssou N’Dour. La sua carriera prosegue attraverso molti altri lavori notevoli, collaborazioni e album di grande statura come Us (1992) e Up (2002). Gabriel inscena spettacoli ambiziosi, come quando al Festival di Sanremo si esibisce all’interno di una grande sfera chiusa che rimbalza, oppure sfidando la gravità nella sua esecuzione dal vivo di Downside Up.

Un artista a tutto tondo, insomma, da scoprire e apprezzare con calma e metodo. Per cominciare, ecco le sue dieci canzoni fondamentali da conoscere, per iniziare a capire la sua musica e la sua arte. Per saperne sempre di più, non scordate di seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.