Sanremo 2020: il “nudo” di Achille Lauro era una promessa fatta nel 2016

Achille Lauro e le sue promesse mantenute

Achille Lauro
Achille Lauro nel video di "Rolls Royce", 2019

Achille Lauro mantiene le promesse

Tutti stanno già parlando del finto nudo che ha caratterizzato l’esibizione di ieri del cantante Achille Lauro a Sanremo 2020. Quello che forse non si sa è che l’idea non è proprio nuova. In un post Facebook del 2016, infatti, già il cantante aveva paventato la trovata di esibirsi a Sanremo “nudo”. Però, dice rispondendo ad un fan, cantando l’inno d’Italia. Chiaro che quest’ultima provocazione non ha trovato seguito, ma l’idea di base è rimasta. “Lauro, se ti invitano a Sanremo che fai?” chiedono, tra i commenti di una foto dell’epoca postata dal cantante, ancora semi-sconosciuto.

Leggi anche: Achille Lauro sconvolge Sanremo 2020 cantando “nudo”

“Vado nudo e canto l’inno d’Italia”, appunto, la risposta. Potete trovare il post seguendo questo link. Che dire, certo la coerenza non è sconosciuta a uno dei cantanti più incisivi e provocatori del panorama mainstream attuale. Che nel 2021 Lauro si possa spingere a realizzare magari, in qualche modo, un nudo integrale? Chissà. Certo è che da questo artista ormai sappiamo di poterci aspettare letteralmente di tutto. E non bisogna trascurare come la sua esibizione abbia portato interesse in una serata altrimenti alquanto noiosa (almeno, musicalmente).

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.