Parasite, la serie – Parla Bong Joon-Ho “Ci sono altre storie da raccontare”

Bong Joon-Ho, durante un'intervista con The Hollywood Reporter, ha spiegato i motivi per i quali ha deciso di trasformare Parasite in una serie tv

Bong Joon-Ho, Parasite, serie tv

Bong Joon-Ho, regista di Parasite (Leggi la nostra recensione QUI), in un’intervista al celebre sito The Hollywood Reporter, ha spiegato i motivi per i quali ha deciso di trasformare il suo film, candidato a ben sei premi Oscar (leggi la lista completa delle nomination QUI), in una serie TV che sarà prodotta da HBO.

Nel cinema sei limitato a una durata di circa due ore. Ma in Parasite c’erano così tante storie da raccontare che sarebbero potute accadere tra una sequenza del film e l’altra oltre ad approfondimenti per ogni personaggio. Volevo esplorare queste idee liberamente con un film di cinque o sei ore. Con la serie TV penso che potremo creare un film espanso di alta qualità.

Nella stessa intervista Bong Joon-Ho ha poi parlato degli Oscar, per i quali è estremamente soddisfatto, ma non poi del tutto.

Tutto questo riconoscimento per l’arte del film è stato molto gratificante. Sono contento che la gente parli di Parasite. Mi sono reso conto, leggendo articoli, che il giovane pubblico negli Stati Uniti sembra davvero apprezzare il film, e questo è grandioso. Tuttavia tutti pensavamo che Song Kang-ho (il capofamiglia del film) sarebbe stato nominato come miglior attore non protagonista; questo ci ha un po delusi. 

Parlando infine di questo momento di celebrità del suo personaggio, il regista ha poi sottolineato come alcuni incontri fatti durante le cerimonie di premiazione lo hanno davvero entusiasmato.

C’è stato un periodo in cui ho visto Martin Scorsese tre volte nel giro di quattro giorni. Sicuramente questo non è un qualcosa che succede spesso nella vita.

Cosa ne pensate delle parole di Bong Joon-Ho? Anche voi non vedete l’ora di vedere la serie TV?

Leggi anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com