Recita una poesia a Paolo Bonolis in sardo, ma è una maledizione [VIDEO]

Durante una puntata di Avanti un altro, Paolo Bonolis ha ricevuto inconsapevolmente una maledizione in lingua sarda da un concorrente.

Paolo Bonolis, Avanti un altro

Qualche giorno fa, durante la trasmissione Avanti un altro, condotta da Paolo Bonolis, ha partecipato un sorridente ragazzo sardo, Giovanni. Prima di iniziare la gara, il giovane proveniente da Cuglieri, in provincia di Oristano ha chiesto al celebre conduttore romano di potergli dedicare un bravo in versi, recitato nel suo dialetto.

Sono appassionato delle tradizioni della mia terra soprattutto di poesia. Vorrei recitare un augurio in lingua sarda.

Bonolis ovviamente non ha negato la possibilità al ragazzo ed anzi, ha ascoltato tutta la poesia sorridendo. Ciò che non sapeva è che Giovanni gli stava rivolgendo un frastimu, un vero e proprio anatema, recitato in sardo. Il testo e la traduzione di ciò che il ragazzo ha augurato, ovviamente in maniera ironica, al conduttore sono questi.

Frastimo, ma no isco frastimare ca Deus non m’hat dadu su destinu. Males cantas renas b’hat in mare e unzas cantu pesat su terrinu. Su cannau ti tostet su Buzinu manzanu a carre lenta a t’impicare. Minutos cantu zirat su rellozu ti dian issacadas de puntorzu

Ti maledico, anche se non sono bravo a farlo, perché Dio non ne ha dato la capacità. Ti arrivino tanti mali quanta sabbia c’è nel mare e quante once pesa la terra. Domani ti metta la corda al collo il boia per impiccarti. Possano accanirsi su di te col pungolo tante volte quanti sono i giri dell’orologio

 

Dal canto suo Bonolis, probabilmente consapevole del significato della poesia, ha risposto al ragazzo con un altrettanto scherzoso “To your sister”, poi declinato con un’espressione un po’ più colorita:

 

 

Leggi anche:

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com