Hayley Williams, primo singolo da solista

Esordio da solista per la cantante dei Paramore

Hayley
Hayley Williams. Credits: Sven-Sebastian Sajak

Ammirevole, certo, la coerenza con la quale Hayley Williams è rimasta nei Paramore, come cantante e front-woman, per tutta la carriera del gruppo, dal 2004 a oggi. Un’altra cantante di tale carisma certo non avrebbe resistito per così tanto tempo alla chiamata del successo da solista. E avrebbe certo sciolto prima i legami con la propria band, come per esempio Gwen Stefani, per abbracciare tale successo.

Vero, in molteplici occasioni la Williams ha partecipato a vari progetti esterni e a collaborazioni di buon livello (specie con i CHVRCHES, nel 2016, nel memorabile singolo Bury It). Ma la cantante rimane, umilmente e dignitosamente, prima di tutto la forza primaria dei Paramore, gruppo al quale evidentemente riconosce i meriti del proprio successo. Non è un caso che, nell’annunciare l’uscita del suo primo singolo da solista, ella su Twitter si firmi sempre come “Hayley from Paramore”:

Un esordio che segnerà la fine di qualcosa, e l’inizio di qualcos’altro?

Non si sa se il nuovo progetto della cantante significherà la fine dei Paramore. Dopo quasi vent’anni di carriera che li hanno visti passare dal pop punk all’indie rock con coerenza e costanza, è improbabile che i tre decidano di sciogliersi. In ogni caso, il primo singolo ufficiale della Williams, come leggete qui sopra, arriva il 22 gennaio 2020 (venerdì). Si intitola Simmer, e anticipa l’attività del suo nuovo progetto, che si chiama Petals for Armor.

Giungendo a tre anni di distanza da After Laughter, l’ultimo disco dei Paramore, questo nuovo progetto chiamerà in causa molto probabilmente l’anima più “pop” della cantante, tralasciando forse volentieri le radici punk e indie del suo retroterra musicale. Ma sapete una cosa? Va bene così. Noi siamo curiosi di ascoltarla.

Fonte: New Musical Express

Leggi anche: 10 album alla scoperta del punk rock

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.