Quella volta che Robocop fece arrestare un rapinatore

Nel 1987, durante la proiezione di Robocop, la polizia catturò un rapinatore che, chiudendosi in un cinema, si incantò nel vedere il film

robocop, rapinatore

Siamo nel 1987 e nelle sale di tutto il mondo esce Robocop, autentico film di culto di  Paul Verhoeven con protagonista Peter Weller. Fu uno dei film che segnò una generazione. Vuoi per la trama che vedeva un poliziotto ferito trasformato in un robot, vuoi per il design del protagonista, Robocop è divenuto uno di quei film che veramente tutti hanno visto.

La pellicola ebbe un successo planetario, incassando oltre 53 milioni di dollari. Quello che molti non sanno che è che Robocop oltre ad arrestare i criminali nella finzione, ha dato una mano alle forze dell’ordine anche nella realtà.

A Sacramento, capitale della California, mentre il film era in sala, ci fu una rapina, con il colpevole inseguito dalla polizia. L’uomo, fuggendo, prese la decisione di nascondersi dentro un cinema e, in particolare, nella sala nella quale stavano proiettando Robocop. Per confondersi tra le persone, il rapinatore decise di sedersi tra gli spettatori facendo finta di guardare il film.

Per sua sfortuna, il lavoro di Paul Verhoeven era assolutamente mozzafiato e l’uomo si trovò totalmente preso dal film dimenticandosi di essere un fuggitivo. La polizia, arrivando sul posto, riuscì a far evacuare il resto della sala, lasciando solo l’uomo che non si accorse, ovviamente di nulla.

Vivo o morto tu verrai con me. Sicuramente i poliziotti che hanno catturato l’uomo non hanno utilizzato queste parole, ma noi vogliamo crederlo lo stesso.

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com.

Leggi anche: