Joker, ecco il sottile omaggio a Jack Nicholson

Nel suo Joker, Todd Phillips ha cercato di omaggiare gli interpreti che hanno portato il villain della DC sul grande schermo. Ecco quello dedicato a Jack Nicholson

Joker
L'omaggio di Joker e Jack Nicholson

ATTENZIONE: SE NON AVETE ANCORA VISTO JOKER, L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER

Dopo aver vinto il Leone D’Oro al Festival di Venezia, Joker ha finalmente debuttato al cinema. La pellicola firmata da Todd Phillips e interpretata da Joaquin Phoenix ha avuto moltissima risonanza, soprattutto negli Stati Uniti, dove è stato al centro di molte discussioni sulla pericolosità di un film del genere, spingendo esercito ed FBI a prendere decisioni drastiche.

Joker, che è stato paragonato a Taxi Driver e Re per una Notte di Martin Scorsese, ha in realtà moltissimi altri legami e rimanda a tantissimi altri universi. Ma è indubbio che il regista abbia voluto in qualche modo omaggiare anche le interpretazioni di coloro che hanno portato sul grande schermo la follia di Joker prima di Joaquin Phoenix: come Heath Ledger e, naturalmente, Jack Nicholson. Se dell’omaggio al primo vi abbiamo già parlato, l’easter egg riferito al secondo potrebbe esservi sfuggito.

Verso la fine del film Arthur è nel camerino in attesa di essere introdotto nello show televisivo dei suoi sogni, alle sue spalle vediamo una parete ricoperta da un ritratto di Robert De Niro. Tuttavia, il disegno esalta talmente tanto le rughe e le linee d’espressione dell’attore che sembra voler richiamare il Joker di Jack Nicholson visto nel Batman firmato da Tim Burton nel 1989. Quel sorriso enigmatico e, soprattutto, le rughe intorno agli occhi sembrano non essere state accentuate casualmente.

Joker, omaggio a Jack Nicholson
Joker, l’omaggio a Jack Nicholson

Per altri approfondimenti su Joker continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com