Shia Lebouf, la verità sulla rissa con Tom Hardy: “lottavamo di continuo”

Shia Lebouf è tornato a parlare della rissa con Tom Hardy avvenuta nel 2012. Sembra proprio che le cose non siano andate come si è sempre pensato

C’è una leggenda che gira insistentemente negli ultimi anni, ovvero il presunto odio tra Shia Lebouf e Tom Hardy. La feroce rivalità sembra sia nata nel 2012 mentre i due attori erano impegnati sul set di Lawless e proprio in questa occasione pare sia scoppiata una violenta rissa.

La storia, alimentata anche dall’etichetta di “testa calda” che entrambi gli attori si portano dietro, è cresciuta a tal punto da spingere i diretti interessati a chiarire la questione. Qualche tempo fa vi riportammo le parole di Tom Hardy, che si sentì in dovere di spiegare una volta per tutte come stessero le cose.

Ora, invece, è stato Shia Lebouf a tornare sull’argomento, chiarendo come la “rissa” non fosse affatto nata dall’odio latente che i due covavano in seno, anzi, sembra proprio che i due attori non perdessero occasione per lottare e affrontarsi per puro gioco. Hardy e Lebouf, infatti, si sono sempre definiti grandi amici e solo il loro particolare modo di divertirsi ha permesso alla “leggenda metropolitana” di crescere a dismisura.

Nessuna rissa, nessun odio, come spiega chiaramente Shia Lebouf in questo estratto di un’intervista rilasciata a Hot Ones e che definisce “stupidaggini” le voci girate negli ultimi anni:

Lottavamo di continuo, e lui è sempre enorme, specialmente allora che si stava preparando per interpretare Bane. Quella volta Tom si presentò a casa mia, si precipitò nella stanza dove mi trovavo con la ragazza con cui uscivo all’epoca, e lei iniziò a gridare terrorizzata. Si è vestita ed è corsa in cucina, mentre io non avevo vestiti addosso, così mi sono ritrovato nudo sulle spalle di Tom Hardy, nel corridoio. Stavamo lottando per gioco, nudi… e io a un certo punto me la sono presa, perché lui stava avendo la meglio, ma io ero in questa posizione assurda… Finimmo sul bordo delle scale, e Tom cadde, finendo col farsi male alla schiena. Così per il resto delle riprese disse a tutti che lo avevo messo al tappeto, ma non era la verità. Stavamo solo avendo un bizzarro, ma a suo modo simpatico, match di wrestling.

Pertanto, sembra proprio che la leggenda sia destinata a cadere nel dimenticatoio, il presunto odio tra Tom Hardy e Shia Lebouf non è altro che la storia di due amici che si picchiano per scherzo. Un classico.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com