I Tool rubano a Taylor Swift il numero uno in classifica

Un sorpasso epocale e inaspettato.

Swift
Taylor Swift / Maynard James Keenan - Credits: https://www.nbcnews.com/think/opinion/tool-taylor-swift-fans-clash-culturally-revealing-billboard-battle-heats-ncna1050966

La storica band metal supera la cantante pop più famosa del mondo

Dall’annuncio e successiva (imprevista fino all’ultimo) pubblicazione del loro nuovo album, Fear Inoculum, i Tool sono rientrati prepotentemente nel circuito musicale. Complice anche la strategia (tardiva) di caricare in streaming il proprio catalogo e di rendere disponibili su YouTube i loro storici video. Oltre, naturalmente, ai tredici anni di attesa, alla fine dei quali tutti i loro fan si sono sentiti premiati dalla tanto sospirata pubblicazione del nuovo disco. Ecco come ha fatto una storica band prog metal a superare l’artista pop numero uno al mondo: Taylor Swift. La cantante, il cui ultimo album, Lover, è uscito da poco, si è vista detronizzata da un posto che le è molto familiare, ossia la posizione numero uno della classifica di Billboard.

Un risultato eccezionale, in un’epoca nella quale la musica metal (e specie della qualità complessa e ostica proposta dai Tool) raramente vede la luce della classifica. Figuriamoci, poi, il posto numero uno. Non che la cosa importi molto, dato che l’heavy metal, come sappiamo, non si pone certo come obbiettivo primario il successo commerciale. A differenza invece di quanto fa il pop, genere per il quale le vendite rappresentano tutto. E non finisce qui: ora ci possiamo godere schiere infinite di fan di Taylor Swift che in questi giorni si stanno chiedendo, attoniti: “Chi sono mai questi Tool? Da dove sono sbucati? Come hanno fatto a superare la nostra Taylor? C’è un complotto?” Impagabile.

Fonte: Kerrang

Tool – Fear Inoculum, 2019

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.