Lana Del Rey è ancora triste in Norman Fucking Rockwell

Un altro disco, ancora malinconia.

Lana
Lana Del Rey - Credits: https://hypebeast.com/2018/10/lana-del-rey-tease-song-sylvia-plath

Provateci voi a tirare su di morale Lana Del Rey

Quello che Lana Del Rey fa nel suo nuovo album, Norman Fucking Rockwell, è fondamentalmente la stessa cosa che ha fatto negli ultimi sette anni. Canzoni lente, malinconiche, volutamente lamentose, seducenti ma in una maniera nichilista, cinica, rassegnata quasi. La sua ormai proverbiale tristezza si fa sentire forte e chiara.

In questo disco Lana si indirizza decisamente verso arrangiamenti classici, tradizionali, con forte utilizzo di pianoforte e orchestrazioni, tenendo naturalmente la sua voce al centro. L’elettronica è molto poco presente, e la tracklist si configura piuttosto come una collezione di canzoni pop malinconiche create per scacciare la forzata allegria dell’estate.

Lana Del Rey – Doin’ Time, 2019

Norman Fucking Rockwell è esattamente quello che ci si aspetta da lei

Detto questo, Lana si rivela ancora bene ispirata, e diverse canzoni lo provano: Mariners Apartment Complex, Fuck It I Love You, Doin’ Time, The Greatest, Happiness is a Butterfly. Tutte canzoni che funzionano, trascinate soprattutto dalle intuitive melodie in crescendo recitate dalla voce della cantante.

Voce che ormai, a distanza di sette anni da Born to Die, sa bene cosa fare e come farlo. In questo senso, Norman Fucking Rockwell sarà di sicura soddisfazione per tutti i fan di Lana, e per tutti coloro che, come lei saranno ben contenti di rinchiudersi tra le pareti grigie di questo disco e scacciare i colori e l’allegria e il sole.

https://open.spotify.com/album/5XpEKORZ4y6OrCZSKsi46A
Lana Del Rey – Norman Fucking Rockwell / Anno di pubblicazione: 2019 / Genere; Pop

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.