Matrix: Will Smith doveva essere Neo, ecco perché ha rifiutato

Will Smith Matrix
Will Smith poteva essere Neo in Matrix

Per i Wachowski Neo doveva essere afroamericano e Morpheus bianco.

Will Smith negli anni ’90 era all’apice del successo, era famosissimo per la serie TV Il principe di Bel-Air e per i film Bad Boys, Independence Day e Men in Black. Matrix è uscito nel 1999 ed è, tutt’oggi, un cult memorabile.

Will Smith – in un video caricano nel suo canale YouTube – racconta di come i Wachowski (creatori e registi) gli presentarono il film, suscitando numerosi dubbi in lui.

Smith riporta le parole dei Wachowski:

“Amico, stiamo pensando una cosa tipo, immagina che stia combattendo, poi tu salti, immagine se tu potessi fermarti mentre salti nel mezzo del salto.”

La reazione di Will Smith fu sconvolta:

“Dillo ancora?”

allora i Wachowski proseguirono così:

“Poi, le persone [al cinema] potranno vederti tutto intorno, a 360 gradi, mentre stai saltando, mentre ti sei fermato saltando, ok? Noi stiamo inventando delle video camere [apposta] . Poi le persone potranno vedere tutto il salto mentre tu ti sei fermo a mezz’aria.”

Leggi anche: Matrix, 7 curiosità sul film con Keanu Reeves

The Matrix
Keanu Reeves in una scena di Matrix

Leggi anche: Matrix: svelato il significato del famoso codice verde

Tutti voi, lettori della Scimmia, mentre leggevate queste dichiarazioni stavate immaginando sicuramente quello che poi è stato l’effetto voluto e rappresentato sullo schermo dai Wachowski. Will Smith, però, in quel momento non aveva ancora visto il film e i creatori di Matrix avevano girato una sola produzione che non ebbe nemmeno un grandissimo successo.
Will Smith rifiutò quindi l’offerta. L’attore non ha però rimpianti, ecco cosa ha detto, sopratutto del fatto che Morpheus doveva essere bianco.

“Keanu era perfetto, Fishburne era perfetto. Se lo avessi fatto io, Morpheus avrebbe dovuto essere bianco: in quel caso avrebbero chiamato Val Kilmer. Se lo avessi fatto io avrei incasinato tutto, avrei rovinato Matrix. Così ho fatto un favore a tutti!”

La storia di Men in Black

Infine, una curiosità sul ruolo di Men in Black: Will Smith dice di aver pensato di rifiutare il ruolo perché dopo Independence Day non voleva essere riconosciuto come il “tizio degli alieni”. A convincerlo fu Steven Spielberg che lo chiamò dicendogli chiaramente di non ragionarci su e di accettare.

Scriveteci cosa ne pensate e seguiteci per tutti gli aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook, Lasciammiapensa.com.