Liam Gallagher si scaglia contro i Radiohead su Twitter

0
5161

Torna all’attacco l’ex voce degli Oasis, e stavolta nel mirino ci sono (ancora) Thom Yorke e amici.

I fratelli Liam e Noel Gallagher nel corso degli anni hanno insultato, probabilmente, qualsiasi forma di vita esistente sulla Terra (sé stessi compresi), soprattutto i loro colleghi musicisti.

Indimenticabile la faida tra gli Oasis guidati dai gentilissimi fratellini e i Blur di Damon Albarn a metà anni Novanta, che infiammò i tabloid inglesi e diede inizio ad un’escalation di cattiveria impressionante: auguri di morte per AIDS ai poveri Blur, insulti alla Famiglia Reale, botta e risposta sui social tra i fratelli, sempre elegantissimi.

E ieri sera, Liam Gallagher ha pubbllicato su Twitter alcuni insulti neanche troppo velati ai colleghi e connazionali Radiohead.

Se Liam fosse ubriaco o meno, non ci è dato saperlo (ma non possiamo escluderlo). Ma non è la prima volta che la sua furia si scaglia sul gruppo di Oxford: nel 2011, all’uscita di The King Of Limbs, aveva dichiarato: “Ho ascoltato il fottuto nuovo album dei Radiohead e ho detto…cosa?! Hanno scritto un pezzo su un fottuto albero? Andate a farvi fottere!”.

Che Liam abbia solamente tentato di attirare l’attenzione su di sé?

Da un po’, il più piccolo dei due Gallagher sembra aver terminato i colpi da sparare, eclissato dal successo di Noel e dei suoi High Flying Birds (qui la recensione del loro ultimo album), che ha tentato di bissare con un disco non esattamente riuscito, As You Were, del quale attendiamo il seguito. Terminata la sua brillante parabola artistica, che forse non è mai stata tale, si è rinchiuso nel suo mondo di bettole, birre alla spina e insulti, cercando risposta su Twitter a quello che è probabilmente uno dei suoi dubbi esistenziali: “Come cazzo hanno fatto questi qui (i Radiohead, ndr) a diventare così grandi?”

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale La Scimmia sente, la Scimmia fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here