La Favorita, Colman: “Divertente il sesso con Emma Stone”

La Favorita è un film complesso in perfetto stile Yorgos Lanthimos. La pellicola è stata commentata dalle tre protagoniste anche in modo divertente.

La Favorita

La Favorita è l’ultimo film del regista greco Yorgos Lanthimos in programma al Festival di Venezia 2018. Una pellicola che tenta di riscattare la figura femminile nel cinema che ha regalato una conferenza stampa molto vivace.

La Favorita è uno dei film in programma alla 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografia che concorre per il Leone d’Oro al Miglior Film. Il regista Yorgos Lanthimos presenta un film storico biografico con un cast quasi tutto al femminile. Olivia Colman interpreta la Regina Anna, mentre Emma Stone Rachel Weisz interpretano rispettivamente la cugina Abigail Masham e Sarah Churchill.

Ambientato nell’Inghilterra del 1700 nel periodo della guerra contro la Francia, La Favorita racconta la storia dell’insicura e fragile Regina Anna che permette a Lady Sarah di governare di fatto sul Regno. Con l’arrivo a corte di Abigail Masham, le due cercheranno di diventare la favorita della regina sfruttando la difficile situazione politica. La pellicola, ambientata quasi tutta a corte, racconta delle mutevoli alleanze e delle politiche sessuali.

Olivia Colman ha affermato che la politica sessuale è qualcosa che esiste da moltissimo tempo, anche se qualcuno può pensare che sia una cosa inventata solo nell’era moderna.

Pensiamo di avere inventato il sesso, in realtà esiste da sempre. È stato interessante interpretare la regina Anna perché è una persona che vive intensamente ogni sensazione. Una donna senza fiducia verso il prossimo, schiava delle sue pulsioni e sensibile ai piaceri della carne. Non sa se esiste qualcuno che la ama davvero. Ha troppo potere nelle sue mani. Comunque, è stato terribilmente divertente fare sesso con Emma Stone”

Dopo questa dichiarazione, Emma Stone sembra avere scherzosamente annuito in segno di conferma alle parole di Olivia Colman.
L’aspetto importante del film è che le protagoniste sono comunque tre donne di potere. Le protagoniste guidate da Lanthimos non sono le solite principessine da salvare in attesa dell’arrivo del principe azzurro.

“A causa del prevalente sguardo maschile nel cinema, le donne spesso interpretano parti di casalinghe, fidanzate… Il nostro scopo è quello di mostrarle complesse, meravigliose e orribili come realmente sono, come tutti gli essere umani.”

A Emma Stone è stato chiesto se la rivalità delle tre protagoniste a corte possa paragonarsi a quella presente nell’industria del cinema. Questa la sua risposta:

“L’industria cinematografica presenta una rivalità molto marcata, probabilmente la stessa presente nelle altre grandi industrie. Non avevo pensato a questa analogia fino ad ora, è qualcosa che fa molto riflettere.”

Rimani sempre aggiornato sul mondo del cinema e continua a seguirci sulla pagina lascimmiapensa.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here