Le 20 migliori sigle di serie tv

Condividi l'articolo

migliori sigle di serie tv

Black Sails (2014-2017)

La serie televisiva americana si pone come prequel degli eventi narrati ne “L’isola del tesoro” di Robert Louis Stevenson. La sigla è sicuramente tra le più belle ed impegnative mai realizzate negli ultimi anni. Un lavoro davvero duro dietro la realizzazione dell’intro. La cosa più interessante è sicuramente la musica che è stata realizzata da Brear McCreary con strumenti originali dell’epoca.

Il trono di Spade (2011-)

Nella sequenza inziale de “Il trono di spade”, l’intero microcomosmo creato dalla penna di Martin prende vita, e si innalza, prendendo una forma tridimensionale quasi. Da Approdo del Re, alla Barriera, da Grande Inverno a Bravos. Come le forme si innalzassero da una sfera al cui centro una sorta di sole che muove il tutto. La musica che accompagna l’intro ai titoli di cosa della serie è stata creata e composta da Ramin Djawadi, usando un violoncello come strumento principale.

The X Files (1993-2002)

X-files, l’iconica e ormai leggendaria serie anni ’90 che ha terrorizzato e affascinato la maggior parte di quelli che leggeranno quest’articolo. Una serie che tratta del paranormale. Ed è proprio il paranormale che trova spazio nelle sequenze iniziali precedenti l’inizio di ogni episodio. Immagini di complotti, segreti e misteri sia terrestri che extraterrestri. Accompagnata dall’agghiacciante musica che penetra fin sotto la pelle lo spettatore. Composta da Mark Snow, è una versione strumentale ispirata a “How soon is now?” Dei The Smiths.

LEGGI ANCHE:  The Office: The Farm, la serie spin-off su Dwight mai realizzata