Le 10 migliore sparatorie della storia del cinema

Le iene, di Quentin Tarantino (1992)

Il film d’esordio di Quentin Tarantino non ha bisogno di presentazioni, pellicola cult entrata nella hall of fame del cinema. La storia è tanto semplice quanto contorta, attraverso una serie di flashback e retroscena. I sopravvissuti ad una rocambolesca rapina si ritrovano come pattuito in un magazzino abbandonato, qui come da copione di un giallo alla Agatha Christie sospettano l’uno dell’altro per il mal riuscito colpo. Nel finale si ritrovano coinvolti in un epico stallo alla messicana, che si risolve in breve, dopo una lunga e costante tensione. Si avverte già l’influsso di precedenti tradizioni filmiche, in particolare lo spaghetti western di Sergio Leone, ed è possibile intravedere anche una strizzata d’occhio a A better tomorrow II.

 

The heat, di Michael Mann (1995)

Michael Mann dirige un istrionico sopra le righe Al Pacino e un sottotono Robert De Niro in un thriller poliziesco freddo e realistico. I due iconici attori interpretano rispettivamente un detective della omicidi della polizia di Los Angeles e un ladro professionista, tra i quali nasce una sfida. Dopo una rapina in banca i rapinatori, guidati da McCauley, ad un passo dalla fuga, si ritrovano circondati dalla polizia. Danno così il via ad un feroce e violento scontro a fuoco, che lascia a terra numerose vittime, tra i quali due membri della banda. Mann si dimostra un regista all’altezza del suo nome, costruendo una messa in scena ben strutturata ed efficace, in grado di fornire allo spettatore una buona dose di tensione.