Mediterranea – 5 interpretazioni magistrali di Jean Reno

Condividi l'articolo

5. Léon di Luc Besson

Apro e chiudo questa classifica con un’altra perla di Besson: un film indubbiamente amato da tutti i cinefili, divenuto cult soprattutto grazie alla presenza e all’interpretazione di Jean Reno, nonché a quella di una giovanissima Natalie Portman. In quest’opera è Léon, un sicario italoamericano che vive in solitudine nel quartiere di Little Italy, a New York; la sua vita prende una piega diversa quando Mathilda (la Portman), scampata al massacro della propria famiglia, bussa alla sua porta. Inizia così, dopo un primo periodo di diffidenza da parte dell’uomo, un rapporto di crescita e formazione reciproca tra i due: lei lo aiuta a leggere, mentre lui la inizia al mestiere dell’assassino. L’antagonista del film è un istrionico e psicotico Gary Oldman, il quale interpreta un poliziotto dell’antidroga che causa lo sterminio della famiglia di Mathilda. Jean Reno è perfetto nella parte del killer solo e taciturno, e rappresenta il ruolo che lo ha esaltato e lanciato, confermandolo, nel cinema che conta.

LEGGI ANCHE:  Ecco a che ora esce The Irishman su Netflix