Mediterranea – 5 interpretazioni magistrali di Jean Reno

Condividi l'articolo

4. I fiumi di porpora di Mathieu Kassovitz

Adattamento dell’omonimo romanzo Jean-Christophe Grangé, il film è diretto dal grandissimo Mathieu Kassovitz, regista de L’odioe uno dei maggiori esponenti del cinema contemporaneo francese. La pellicola vede Jean Reno impegnato nel vestire i panni di un poliziotto, inviato in un’immaginaria cittadina delle Alpi francesi, per indagare su un misterioso quanto macabro omicidio; il caso lo porta a incontrare il più giovane collega Max (Vincent Cassel), il quale indaga sul profanamento di una tomba da parte di alcuni teppisti. Le due situazioni, apparentemente sconnesse, si rivelano invece strettamente collegate. Anche qui Reno si trova al fianco di un altro grande attore, ma stavolta è lui a rappresentare la presenza egemonica della trama e a far da maestro, nel film, al poliziotto meno esperto.

LEGGI ANCHE:  Robert De Niro: il commovente omaggio all'Italia [VIDEO]