Cinema

Black Mirror: cosa significa il titolo? Risponde Brooker

Condividi l'articolo

Black Mirror, amatissima seie tv creata da Charlie Brooker, è uno degli show più amati di sempre. Le sue storie distopiche ma allo stesso tempo così realistiche sono divenute oramai un marchio di fabbrica della piattaforma oltre che un pezzo fondamentale della cultura pop. Tuttavia non tutti sanno l’origine di questo titolo. Perchè Black Mirror? A rispondere è arrivato lo stesso Brook parlando con Channel 4.

Quello che ho pensato significasse era che quando uno schermo è spento sembra uno specchio nero- ha detto. Perché qualsiasi TV, qualsiasi LCD, qualsiasi iPhone, qualsiasi iPad se lo fissi, sembra uno specchio nero, e c’è qualcosa di freddo e terrificante in questo. Ed era un titolo davvero appropriato per lo show. Voglio dire, non so come altro lo avremmo chiamato: Spooky Technology Time? Sarebbe stato spazzatura. Mi piace molto il fatto che le persone lo guardino sulla TV, sul portatile, sullo smartphone o altro e poi, quando iniziano a scorrere i titoli di coda e lo schermo diventa nero, si vedono riflessi.

Vi ricordiamo che Netflix ha rinnovato Black Mirror per una settima stagione dopo il successo ottenuto dalla stagione precedente, che aveva registrato numeri impressionanti tra gli abbonati alla piattaforma. Non si sa ancora nulla sulla data di uscita, anche se è chiaro che non ci sarà una lunga pausa come nelle stagioni precedenti.

Brooker ha anche recentemente spiegato i motivi per cui gli episodi della sesta stagione (qui la nostra recensione), sono sembrati a tratti così diversi dai precedenti.

Non voglio sentirmi come chiuso in una scatola dove devo scrivere un episodio sulle NFT o su qualsiasi altra nuova tecnologia di oggi – aveva detto. Non è questo l’obiettivo dello show

Lo sapevate?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa

Matteo Furina

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.

Condividi
Pubblicato da
Matteo Furina
Tags: Black Mirror