Ed Sheeran contro i critici musicali: “Perché leggere una recensione?”

Ed
Condividi l'articolo

“Ascoltate, fatevi un’idea vostra” dice Ed Sheeran sull’utilità delle recensioni musicali. Siete d’accordo?

Perché leggere una recensione?” domanda Ed Sheeran. “Ascoltatela [la musica], è liberamente accessibile. Fatevi una vostra idea. Io non leggerei mai una recensione dicendo: ‘Ora non ascolterò più quella roba’”. Fondamentalmente, il cantante mette in un dubbio l’utilità dell’esistenza della critica musicale.

Ora, è vero che spesso i critici musicali arrivano ad eccessi di intellettualismo ed elitismo riprovevoli (Robert Christgau e Piero Scaruffi sono due ottimi esempi), ma è anche vero che in genere le recensioni di album e musica, se scritte bene, non si limitano a dire se il prodotto è “bello o brutto”, ma a fornire chiavi interpretative, spunti e idee per poterne fruire meglio.

Ed è più o meno quello che dicono alcuni utenti di Twitter reagendo alle parole del cantante inglese: “Ok, ma i critici musicali non sono solo lì per fare decidere alla gente che cosa ascoltare; gettare uno sguardo più approfondito alla musica attraverso una più profonda lente critica, sia positiva che negativa, è se non altro una celebrazione della musica nel suo insieme”.

LEGGI ANCHE:  Ed Sheeran sarà nella nuova stagione di Game of Thrones

E un altro replica: “L’80% delle volte sarei d’accordo. Ma i migliori recensori mi aiutano anche ad imparare come interpretare la musica in un modo nuovo. Mi aiutano anche ad apprendere la storia della musica. C’è molto della musica che va oltre ciò che suona al mio orecchio, nella mia umile opinione”. E voi, che ne pensate? I critici musicali sono utili o no?

Fatecelo sapere su LaScimmiaSente

Fonte: NME