Elton John ha scoperto il vero significato di Rocket Man solo 50 anni dopo [VIDEO]

Elton
Condividi l'articolo

Elton John sempre sul pezzo

Rocket Man è uno dei più grandi successi di Elton John: un bellissimo brano su un viaggio nello spazio di un astronauta, grande metafora di solitudine, che rimane ancora oggi uno tra i suoi pezzi più ascoltati e che, non a caso, dà anche il titolo al riuscito biopic con Taron Egerton, uscito nel 2019.

Le liriche della canzone vennero scritte nel 1972 da Bernie Taupin, fedele partner musicale di Sir Elton nonché uno dei più grandi liricisti di sempre. E, tante volte, tale era la chimica tra i due che Elton semplicemente scriveva la musica sui testi di Bernie senza neppure indagarne l’origine, perché il risultato era subito bellissimo e la canzone diventava immediatamente una cosa “loro”.

Forse è per questo che, per più di cinquant’anni, Elton non ha mai saputo la vera ispirazione che spinse Bernie a scrivere Rocket Man. E rimane stupito, oggi, nel sentirla per bocca dello stesso autore. Spiega Taupin: “In realtà era una canzone ispirata da Ray Bradbury dal suo libro di racconti brevi sci-fi chiamato The Illustrated Man“.

LEGGI ANCHE:  Elton John contro l'ipocrisia del Vaticano nel non voler benedire unioni gay

“Nel libro c’è una storia chiamata The Rocket Man, che parlava di come quello dell’astronauta nel futuro diventerà un po’ un lavoro quotidiano. Quindi ho un po’ preso quell’idea e ci ho lavorato sopra”. La reazione di Elton: “I never knew that”. “Non l’ho mai saputo“. Va benissimo così: la canzone rimane un capolavoro.

Fonte: NME

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente