The Rock: “Black Adam non ci sarà nel futuro DC”

Su Twitter The Rock ha annunciato che nel prossimo futuro DC non ci sarà Black Adam, personaggio da lui interpretato in un recente film

Black Adam, recensione, The Rock
Condividi l'articolo

Continua l’epurazione operata da James Gunn all’universo DC. L’ultima vitta è stato il Black Adam di The Rock. L’attore ha infatti scritto su Twitter come, dopo aver parlato col regista de Guardiani della Galassia, abbia saputo che il suo personaggio non sarà presente nel primo capitolo del nuovo universo narrativo. Tuttavia, anche secondo le parole che lo stesso Gunn ha scritto commentando il post di The Rock, non è impossibile che lo rivedremo in futuro.

Miei appassionati amici, volevo darvi il tanto atteso aggiornamento su Black Adam riguardo il futuro del personaggio nel nuovo Universo DC – scrive l’ex wrestler. James Gunn e io abbiamo parlato, Black Adam non sarà nel primo capitolo della storia. Tuttavia, DC e Seven Bucks [la casa di produzione di The Rock ndr] hanno concordato di continuare a ragionare insieme sui modi più proficui per utilizzare Black Adam in futuri capitoli del multiverso DC.

Io e James ci conosciamo da anni e abbiamo sempre tifato per il successo l’uno dell’altro, non c’è differenza ora, e tiferò sempre per la DC (e per la Marvel) perché abbiano tantissimo successo. Voi mi conoscete, ho una pelle molto dura, e potete sempre contare sul mio essere schietto. Queste decisioni prese da James e dalla leadership DC rappresentano la loro visione del DCU, attraverso la loro idea creativa. Dopo 15 anni di duro e instancabile lavoro per realizzare finalmente Black Adam, sono molto fiero del film che abbiamo realizzato per i fan in tutto il mondo. Ripenserò sempre alla reazione dei fan al film con enorme gratitudine, umiltà e amore

A queste parole Gunn ha risposto scrivendo:

LEGGI ANCHE:  Black Adam, la Recensione del nuovo film DC con The Rock

Amo The Rock e sono sempre entusiasta di vedere cosa faranno lui e Seven Bucks. Non vedo l’ora di collaborare

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa