Gli Anelli del Potere: parla l’interprete di Sauron

Intervistato da Entertainment Weekly, Charlie Vickers, interprete di Sauron in Gli Anelli del Potere, ha parlato della sua esperienza

gli anelli del potere
Condividi l'articolo

Attenzione: Articolo contiene Spoiler sul finale de Gli Anelli del Potere

Amazon ha rilasciato da poche ore l’ultimo episodio della prima stagione de Gli Anelli del Potere, nuovissima serie ambientata nell’Universo Narrativo de Il Signore degli Anelli (qui la nostra recensione). Sul finale uno dei più grandi misteri dell’intero show è stato svelato. Halbrand infatti si è rivelato essere niente meno che il Signore Oscuro Sauron. L’interprete del personaggio Charlie Vickers, ha parlato di questa rivelazione con Entertainment Weekly, spiegando che inizialmente neanche lui era a conoscenza di questo segreto del suo personaggio.

Ho fatto sei o sette provini, e quando sono arrivato alla fine, mi hanno dato due monologhi da recitare. Uno di Riccardo III , quando è in piedi sopra un cadavere ed è davvero malvagio. Poi, l’altro era tratto da Paradise Lost, il poema di Milton, ed era letteralmente di Satana. Quindi ho avuto la sensazione, mentre facevo quei monologhi, che il personaggio avesse una specie di arco oscuro. Ma è successo solo dopo la nostra pausa. Abbiamo filmato i primi due episodi e poi ci siamo fermati a causa del COVID. Per tutto il tempo ho pensato di interpretare Halbrand, un umano delle Terre del Sud, cosa che, credo, fossi.

Ma poi, i ragazzi mi hanno fatto sedere subito prima che iniziassimo le riprese del terzo episodio e mi hanno detto: “C’è dell’altro in questo personaggio. Stai interpretando Sauron”.

Andando avanti con l’intervista, Vickers ha spiegato che nessun altro del cast de Gli Anelli del Potere sapeva la verità.

LEGGI ANCHE:  Gli Anelli del Potere 2 avrà un Sauron più canonico

Nessuno lo sapeva! Penso che Morfydd [Clark] lo sapesse perché era la mia compagna di scena. Questa è una cosa interessante di Halbrand, che lo vedi davvero solo attraverso gli occhi degli altri personaggi. Svolgono un ruolo molto importante nel modo in cui il pubblico lo vede e come il pubblico vede Sauron. Quindi Morfydd lo sapeva, ma nessun altro lo sapeva. L’ho tenuto segreto. Ovviamente, alla fine della stagione, molte più persone lo sapevano. 

Infine l’attore ha parlato del rapporto tra Halbrand e Galadriel.

La dinamica è affascinante perché lei lo sta inavvertitamente trascinando indietro verso questa oscurità. Non se ne rende conto, ma gli sta dando le chiavi del regno. Lei gli sta dicendo: “Vieni e governa. Non c’è pace per te qui a Númenor. L’unica pace per te è oltre i mari come re degli uomini, come re delle Terre del Sud”, che inavvertitamente diventa Mordor. “Vieni e governa come il re di Mordor.” Lei non lo sa, ma lo sta riportando indietro.

Penso che quando si presenta a lei nell’episodio finale, sostanzialmente fa un passo nella sua direzione. Dice: “Facciamolo. Tu puoi essere la regina e io sarò il re”. Non penso che sia romanticismo, per niente. Non è una proposta. Si basa sul suo guadagno personale. Pensa di poter governare in modo più efficace con lei al suo fianco. E se lei dice di no, non è affatto la fine del mondo. Alla fine sarà lui a comandare da solo. Che sia o meno al suo fianco, troverà un modo per farlo. Ma in questo momento, è più efficace con lei lì.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, ecco il primo Trailer ufficiale [VIDEO]