Mike Tyson attacca la serie Hulu che racconta la sua vita [FOTO]

Su Instagram Mike Tyson ha criticato aspramente la serie Hulu che racconta la storia della sua vita e nella quale non è coinvolto

Mike Tyson
Mike Tyson in una scena da Una Notte da Leoni
Condividi l'articolo

Mike è la nuova serie TV di Hulu che racconterà la vita e la carriera di Mike Tyson, uno dei più leggendari pugili della storia. La storia racconterà l’ascesa di Tyson, interpretato da Trevante Rhodes, nei ranghi della boxe fino a diventare il più giovane campione dei pesi massimi di sempre, la fama che ne è derivata, la sua caduta dopo una condanna per stupro nel 1992 e il suo ritorno sul ring. Tuttavia il pugile non è stato interpellato per la realizzazione dello show. Questo lo aveva portato in precedenza a definire il progetto un’appropriazione indebita culturale sorda della mia storia di vita. Nelle ultime ore Tyson è tornato a parlare del progetto su Instagram, attaccando nuovamente Hulu. L’ex pugiile ha postato prima uno scatto in compagnia di Dana White, Presidente dell’Ultimate Fighting Championship e poi un’altra foto nella quale esprime il suo giudizio su tutto il progetto.

Hulu ha cercato disperatamente di pagare milioni di dollari mio fratello Dana White senza dare a me un dollaro per promuovere la loro mossa da schiavisti sulla storia della mia vita – scrive Mike Tyson. Ha rifiutato perché onora l’amicizia e tratta le persone con dignità. Non dimenticherò mai quello che ha fatto per me proprio come non dimenticherò mai quello che Hulu mi ha rubato

Non lasciatevi ingannare da Hulu – ha scritto l’ex pugile. Non sostengo la loro storia sulla mia vita. Non è il 1822, è il 2022. Hanno rubato la storia della mia vita e non mi hanno pagato. Per i produttori esecutivi di Hulu sono solo un ne**o da vendere all’asta.

Mike sarà presentato in anteprima il 25 agosto su Hulu e la showrunner Karin Gist ha detto che pensa che questo sia “il momento migliore” per raccontare la storia.

LEGGI ANCHE:  Quando Mike Tyson scoprì Brad Pitt a letto con sua moglie

La redenzione non è mai stata l’obiettivo di questa storia – ha detto Gist a The Hollywood Reporter. Vogliamo sfidare ciò che le persone pensano di sapere su di lui e come le forze sociali più grandi potrebbero aver plasmato la storia della sua vita. Non stiamo solo raccontando gli eventi della vita di Tyson, ma vediamo quali livelli possiamo aggiungere ad essa, quali conversazioni possiamo tirarne fuori. Non significa che non possiamo raccontare storie anche su altre figure, ma credo che non dobbiamo mettere da parte questa. C’è ancora qualcosa da esplorare.

Che ne pensate?

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.