Aquaman 2, Amber Heard dovrebbe avere meno di 10 minuti in scena

Secondo la YouTuber Grace Randolph, Amber Heard avrebbe meno di 10 minuti in scena in Aquaman e il regno perduto

aquaman, amber heard
Condividi l'articolo

Tra meno di un anno, il 6 marzo 2023, arriverà al cinema Aquaman e il regno perduto, secondo capitolo della saga dedicata al Signore di Atlantide interpretato da Jason Momoa. Accanto a lui tornerà, nei panni di Mera, Amber Heard. Tuttavia, come saprete, l’attrice è in questo momento impegnato nel processo per diffamazione contro Johnny Depp. Secondo dunque quanto riportato dalla YouTuber Grace Randolph, Warner Bros starebbe mettendo le mani avanti in vista di una possibile sconfitta dell’attrice in tirbunale dandole solo 10 minuti sullo schermo. Questo scarso minutaggio potrebbe essere voluto alla volontà della casa di produzione di lasciarsi la possibilità di tagliare completamente il personaggio in un secondo momento se le cose dovessero mettersi per il peggio.

La Heard non è in questo momento molto ben vista dalla fanbase di Aquaman. Su Change.org infatti, la petizione lanciata per chiedere la sua rimozione dal franchise è arrivata alle 3 milioni di firme (qui per vederla). Questo potrebbe aver indotto Warner Bros a intraprendere una strada che porti alla rimozione del personaggio. Tuttavia questo potremo scoprirlo solamente in futuro.

LEGGI ANCHE:  Amber Heard non può pagare Depp, le persone aprono una raccolta fondi

Amber Heard è stata denunciata come molestatrice domestica da Johnny Depp – si legge nella petizione. Nella sua causa da 50 milioni di dollari, Johnny Depp descrive molti episodi di abusi domestici che ha subito per mano della sua (allora) moglie Amber Heard, tra cui un incidente in cui lo ha colpito due volte in faccia e un altro in cui gli ha rotto un dito con una bottiglia di vodka, e il suo dito è stato riattaccato chirurgicamente. Porterà la cicatrice per il resto della sua vita.

Inoltre, Amber Heard è stata arrestata nel 2009 per aver abusato di un ex partner domestico, Tasya Van Ree, dimostrando un ripetuto schema di abusi

Cosa ne pensate di questa indiscrezione? Si tratta della giusta mossa di Warner Bros? Ditecelo nei commenti.

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.