Morbius: Scorsese esalta il film, ma è uno scherzo e Gibson ci casca [foto]

Tyrese Gibson è divenuto virale suo malgrado per avere creduto ad un Pesce d'Aprile relativo a Morbius e a Martin Scorsese

morbius, scorsese
Credits: Wikipedia/ Siebbi
Condividi l'articolo

Morbius, nuovo progetto Marvel con protagonista Jared Leto è in questo momento al cinema. Il film non sta ottenendo grandi consensi dalla critica che è rimasta davvero delusa dalla trama e dal personaggio. Qualche occasione migliore dunque per utilizzare questa nuova uscita cinematografica per realizzare un Pesce d’Aprile? Ebbene si, nel giorno universalmente dedicato agli scherzi, qualche buontempone ha deciso di creare una falsa dichiarazione di Martin Scorsese che esalta Morbius. Nell’imamgine divenuta virale online il grande regista è in posa davanti al cartellone pubblicitario del film ed esprime le sue scuse per aver definito in passato i film Marvel come “non cinema” (qui i dettagli).

Tutto questo sarebbe stato destinato a finire come tutti gli altri scherzi fatti il primo aprile. Tuttavia ciò che sta rendendo indimenticabile questo scherzo è il fatto che Tyrese Gibson, uno degli attori del film, ha creduto sinceramente a queste fittizie parole di Martin Scorsese tanto da pubblicarle in un post, poi cancellato su Instagram. Ma si sa, quello che finisce su Internet, rimane su Internet.

LEGGI ANCHE:  I 15 film più attesi del 2017

Le dichiarazioni di Martin Scorsese, ormai vecchie di quasi 3 anni, continuano ad avere strascichi, non solo in scherzi come questi, ma anche in dichiarazioni serie. Tom Holland ad esempio ha parlato recentemente con The Hollywood Reporter, spiegando i motivi per i quali, secondo lui, il grande cineasta si sbagli.

Potreste chiedere a Scorsese: “Vorresti fare un film Marvel?” ma lui non sa com’è realizzarlo perché non ne ha mai fatto uno – aveva detto il volto di Spider-Man. Ho recitato sia film Marvel che in film che sono stati nel giro degli Oscar e l’unica differenza, in realtà, è che uno è molto più costoso dell’altro. Ma il modo in cui devi calarti nel personaggio, il modo in cui il regista decide l’arco della storia e dei personaggi – è lo stesso, solo fatto su una scala diversa. Quindi penso che siano vere opere d’arte.

Quando fai  questi  film, sai che nel bene o nel male, milioni di persone li vedranno. Mentre quando fai un piccolo film indipendente, se non è molto bello nessuno lo guarderà, quindi arriva con diversi livelli di pressione. Voglio dire, potete anche chiedere a Benedict Cumberbatch o Robert Downey Jr. o Scarlett Johansson, persone che hanno fatto sia quel tipo di film ‘da Oscar’ che film di supereroi – e vi diranno che sono la stessa cosa, solo su una scala diversa

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  The Irishman: la vera storia che ha ispirato il film di Martin Scorsese