Horizon Forbidden West: Aloy è sulla copertina di Vanity Fair [FOTO]

Aloy
Condividi l'articolo

Aloy è ormai famosa quanto una rockstar

Aloy, l’eroina della saga Horizon, è il volto scelto per la prima copertina digitale di Vanity Fair. Una scelta azzeccata, che riprova l’importanza del personaggio nei cambiamenti dei tempi che viviamo. Anche se solo un personaggio virtuale, infatti, Aloy è ormai divenuta un simbolo di emancipazione femminile e di spinta verso il progresso importante tanto quanto le figure reali del mondo “analogico”.

Questo perché fin dall’inizio è stata studiata per rappresentare proprio questo. Un mondo in evoluzione, deciso a non tornare sui propri errori e a guardare ad un futuro consapevole; nel quale ci sia spazio per tutti e nessuno venga lasciato indietro. Aloy rappresenta inoltre la volontà delle nuove generazioni di prendere di petto la crisi climatica e il global warming, specialmente nell’ultimo titolo della saga: Forbidden West.

Scrive Vanity Fair: “A inaugurare l’iniziativa digitale, abbiamo scelto un’icona altrettanto digitale; Aloy, la protagonista della fortunatissima saga di Horizon, per PlayStation 4 e 5, che torna nella nuova stagione, Horizon Forbidden West. Un’eroina che, nel mondo dei videogiochi, sta facendo la rivoluzione in termini di rappresentazione spostando l’attenzione dalla differenza di genere al valore della diversità”.

LEGGI ANCHE:  Horizon Forbidden West: le prime impressioni a caldo [VIDEO]

“È una donna forte e coraggiosa, una vera condottiera, con uno scopo ambizioso: salvare l’umanità futura – siamo nel 3039 – dal disastro. Con questo simbolo di empowerment vi diamo il benvenuto nella nuova copertina digitale di Vanity Fair e in Vanity Fair Weekend”. Una scelta di rappresentazione importante nel 2022 e che certamente lancia un segnale ultra-positivo per la direzione che stiamo – culturalmente – seguendo.