Bruce Springsteen è stato l’artista musicale più pagato del 2021

Bruce
Condividi l'articolo

L’anno scorso Bruce Springsteen ha guadagnato ben 590 milioni di dollari

Indovinate chi è stato il musicista che ha guadagnato di più nel 2021? Bruce Springsteen. Non Olivia Rodrigo, non Drake, non The Weeknd, non Dua Lipa. Ma il buon vecchio Boss, che è stato nominato infatti artista musicale più pagato dell’anno appena trascorso. Qualcosa non torna, vero? Ma c’è una spiegazione semplice.

E risiede nell’avvenuta vendita dell’intero catalogo di master e diritti di pubblicazione del Boss, avvenuta in dicembre. Un affare multi-milionario stipulato con Sony, che ha acquisito la totalità dell’opera del musicista americano per l’importante cifra di 550 milioni di dollari. Parliamo di venti abum in studio, alcuni dei quali leggendari, più diversi live ed EP per un totale di circa 300 canzoni.

L’importanza di Bruce Springsteen nella cultura del ‘900 e quindi il pregio che risiede nel valore della sua discografia sono cose quasi scontate. Il cantautore ha segnato l’evolversi della musica rock americana per decadi, in particolare negli anni ’70 e ’80, con uno stile personale, idealista ma anche intelligente che lo ha reso un vero eroe popolare, oltre che ammiratissima rockstar.

LEGGI ANCHE:  Bruce Springsteen: "Se vince Trump scappo in Australia"

La cifra avuta da Sony costituisce una bella fetta dei guadagni effettuati da Springsteen nel ’21. Un totale di 590 milioni di dollari circa, derivante per il resto da live show e da due progetti con Barack Obama: un libro e un podcast esclusivo di Spotify intitolati entrambi Renegades: Born in the USA.

Fonte: NME

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.